Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [24/10/2021] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    LA VOCE DEI LUOGHI scadenza 2021-10-26    Luigina Parodi 2021 - X Edizione scadenza 2021-10-29    VICTORIA 3.0 Premio Letterario scadenza 2021-10-31    "I Versi non scritti" scadenza 2021-10-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
13 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
41 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

I sette colori dell'arcobaleno
di Paola Ventre
Pubblicato su SITO


Anno 2008 - Edizioni Associate
Prezzo € 10,00 - 70 pp.
ISBN 9788826704852

Una recensione di Anna Picci
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8386
Media 80.25 %



sette colori dell'arcobaleno;I

Da Edizioni Associate una delicata storia di crescita per far riflettere bambini e non La diversità, in qualunque forma si presenti, è percepita dai più come un limite al normale sviluppo della personalità e delle capacità umane. In realtà chi vive una situazione di handicap sa benissimo che le cose non stanno così e che un’esistenza normale è davvero possibile e, anzi, è proprio la varietà a rendere speciale e interessante il mondo. Questo, in buona sostanza, è ciò che Paola Ventre dimostra dalle pagine del suo racconto I sette colori dell’arcobaleno (Edizioni Associate, € 10,00, pp. 70). L’autrice, laureata in Logopedia e specializzata in comunicazione per non udenti, attualmente lavora nelle scuole a supporto di ragazzi sordi. Da questa sua esperienza personale e lavorativa, dunque, la Ventre è arrivata alla maturazione della storia narrata, quella del piccolo Arturo, un “topolino” all’apparenza come tanti, ma con un grave problema di sordità che renderà la sua vita più speciale di quella dei suoi simili. Una storia semplice e lineare, ma col potere di cogliere il punto di vista di chi vive una problematica senza cadere in facili luoghi comuni e commiserazioni inutili. Da segnalare il fatto che l’autrice ha realizzato anche le colorate illustrazioni che arricchiscono il testo. Storia del “topolino” Arturo Il mondo in cui vive Arturo, quello dei topolini, è parallelo a quello umano, ma del tutto simile a esso. Ci sono le famigliole che si riuniscono a tavola per la cena, i papà che tornano stanchi dal lavoro e non hanno voglia di parlare, le mamme che fanno la spesa al mercato, inoltre esistono gli studi medici, le scuole, le strade affollate. La mamma di Arturo un giorno, del tutto casualmente, si accorge che qualcosa non va nel suo piccolo e perciò comincia un giro consultivo da medici e specialisti al quale il “topolino” partecipa mal volentieri per i disagi e il fastidio che ogni nuova visita gli procura. Il verdetto è semplice: Arturo è sordo dalla nascita e l’unico modo che ha per mettersi in contatto con il mondo esterno è quello di usare un apparecchio acustico ed essere educato all’ascolto da una terapista. Così il piccolino farà la conoscenza di Sofia, un medico molto diverso da quelli conosciuti fino ad allora, tanto da apparire ai suoi occhi come una fatina in grado di svelargli i «segreti delle parole» e che cambierà la sua vita, portandolo dal silenzio profondo e spaventoso all’universo dei suoni. Arturo può cominciare finalmente la scuola, riesce a sentire, a leggere le labbra, in caso di difficoltà, e a parlare, anche se spesso fa una gran confusione con le lettere. Purtroppo a scuola, dal confronto con topolini diversi da lui, nasceranno i suoi primi problemi d’inserimento. Il mondo fuori, il mondo “normale”? Affrontare una situazione di diversità è difficile per un bambino e, naturalmente, anche per la sua famiglia. Bisogna tener conto degli sberleffi, delle battute dei bulletti di turno, delle risatine di scherno, ma questo non deve far abbattere chi, in una condizione di svantaggio, si confronta col mondo cosiddetto “normale”. La normalità, però, è un concetto oltremodo controverso, solitamente definiamo tale ciò che una maggioranza ha ritenuto dovrebbe essere, non la situazione o il fenomeno migliore o più logico, ma semplicemente quello che si è adattato meglio all’esigenza collettiva. Se non rientri in una statistica, allora sei tagliato fuori perché anormale, diverso. Il piccolo Arturo riesce a integrarsi col resto dei suoi compagni soltanto quando difende un amico, Bullo, che si trova, in seguito ad un fenomeno passeggero come un’otite, con problemi all’udito. Da allora i due topolini diventeranno amici inseparabili e il piccolo protagonista, non cedendo alla violenza e alla presa in giro del compagno a cui avrebbe potuto portarlo un certo senso di ripicca, ha l’occasione per dimostrare la sua forza d’animo e la sua acuta sensibilità. Volendo trovare una morale a questo racconto, come di norma accade nelle favole di esopiana memoria, che hanno per protagonisti gli animali, si può concludere affermando che l’incontro tra singole diversità crea la meraviglia del mondo. Per indicare quanto ricchi siano gli incontri tra alterità diverse che, insieme, danno vita a qualcosa di nuovo e speciale, l’autrice utilizza la metafora dell’unione tra colori differenti che generano infinite sfumature . Il libro della Ventre è sicuramente da consigliare a grandi e piccini, difatti a questi ultimi piaceranno la storia, la fluidità della lettura e le illustrazioni, ai grandi potrà fornire qualche piccolo insegnamento e suggerimento utile nel caso ci si trovi ad affrontare situazioni analoghe a quelle del “topolino” Arturo.


Una recensione di Anna Picci






Recensioni ed articoli relativi a Paola Ventre

(1) I sette colori dell'arcobaleno di Paola Ventre - RECENSIONE

Testi di Paola Ventre pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Anna Picci

(1) Parlando d'amore di Felicetta Mazza - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2009-06-01
VISITE: 17139


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali