Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    Il foglio letterario. PROGRAMMA 23 Maggio ľ 11 Giugno (23/05/2023)    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    [24/09/2023] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    L'abisso delle fobie scadenza 2023-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Festival del Medioevo di Gubbio - Vocifuordiscena (EVENTO 2023-09-24)    Presentazione del romanzo L'altro io - a seguire lettura a leggio del Monologo della sera (EVENTO 2023-09-30)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciri˛lo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Cioccolata a colazione di Pamela Moore    La mappa del destino di Glenn Cooper     La danzatrice di Lucera- Die Tanzerin Von Lucera di Mathilde Von Metzradt    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Riflessioni sul Barocco letterario     Osvaldo Licini: la sua terra, la malinconia e la follia     Considerazioni su Giovanni Pascoli     Una riflessione sullo spettacolo di Diego Mecenero: la Marca tra folklore e leggende     Il concetto di tragedia e la cura di sÚ stessi    Racconti     I decapitati di Francesco Ciri˛lo     "Sara y la Facultad" di Jorge edgardo Lˇpez     L'intervista di Cinzia Baldini     Il temporale di Cinzia Baldini     Il castagneto magico di Massimiliano Claps    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     NÚmirovsky,Irene (1903-1942)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey     La moglie in bianco ů la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     R÷kFl÷te (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Arretrati
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
18 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
5 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
37 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Pietrame
di Armando Rudi
Pubblicato su SITO


Anno 2013- youcanprint
Prezzo € 10,00- 68pp.
ISBN 9788891107381

Una recensione di Miriam Ballerini
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 1087
Media 80.09%



 Pietrame

Ultima nato dopo numerose sillogi poetiche, questo libretto riporta i nuovi lavori del poeta comasco Armando Rudi. Fin da subito, quello che mi ha attratta, è stato il titolo "Pietrame", come cocci che rotolano a valle, sicuramente appuntiti. A volte feriscono, a volte evitano di colpire; ma di certo sono duri, lasciano il segno. Un'altra immagine che mi si è affacciata alla mente, leggendo i testi, è anche lo scombussolamento interiore di un uomo maturo, che rimugina, smuove i sassi che ha dentro il greto del proprio fiume che scorre. In questo sono anche facilitata dal fatto che conosco Armando, di persona, ma soprattutto attraverso i suoi testi che non ammettono incomprensione, ma che sempre mandano messaggi ben chiari. La raccolta è suddivisa in tre parti: ciottoli – selci – quadrelli. Qui troviamo i suoi argomenti più cari: le domande e i dubbi di un credente; la figura della donna, da lui vista come assoluta. La natura, sua compagna di viaggio, rivestita d'amore e rispetto. La musica, intesa come opere liriche. Gli animali e l'incomprensione verso chi se ne nutre. Il suo spirito animalista che condivido. Il gabbiano dalle ali appesantite per lo strato di nafta fuoriuscito dallo squarcio s'un fianco di una nave cisterna malamente finita contro gli scogli, non riesce più a volare. A volte la poesia ha il suo avvio dopo un sogno, dopo aver visto un documentario o una foto. Nei suoi brani si rivolge sempre a "qualcuno", sia questo un'entità, un animale, se stesso, un altro individuo. Il suo modo di scrivere è preciso, fermo, pungente, addirittura didascalico in alcuni tratti. Tanto da parere racconti smussati per farne poesia. Mi piace la sua ricerca di termini, anche fantasiosa, come ad esempio: stellafiore, raggioperla... Di sé esprime questo concetto: Così è di me, che quando scrivo versi vorrei farmi ribelle ad ogni limite che al ceppo m'incatena del mio essere creatura finita, limitata. E, come molte delle persone che scrivono, arriva a immaginare il suo funerale nel brano "Che diranno di me?" Niente di nuovo sotto il cielo letterario, ma per ognuno è comunque un excursus proprio: Un'allusione al mio riserbo, sì, mi piacerebbe. Riserbo: il mio stemma, la mia bandiera, il mio scudo, il mio labaro. Cosa non mi è costato preservarlo da tentazioni subdole, proteggerlo da false offerte di protagonismo. Ecco, Rudi è riserbo, contegno, fermezza e questo è anche ciò che emerge dai suoi testi; appena appena levigati quando ammette la paura e stende a pennellate rapide l'amore. © Miriam Ballerini

Ultima nato dopo numerose sillogi poetiche, questo libretto riporta i nuovi lavori del poeta comasco Armando Rudi. Fin da subito, quello che mi ha attratta, è stato il titolo "Pietrame", come cocci che rotolano a valle, sicuramente appuntiti. A volte feriscono, a volte evitano di colpire; ma di certo sono duri, lasciano il segno. Un'altra immagine che mi si è affacciata alla mente, leggendo i testi, è anche lo scombussolamento interiore di un uomo maturo, che rimugina, smuove i sassi che ha dentro il greto del proprio fiume che scorre. In questo sono anche facilitata dal fatto che conosco Armando, di persona, ma soprattutto attraverso i suoi testi che non ammettono incomprensione, ma che sempre mandano messaggi ben chiari. La raccolta è suddivisa in tre parti: ciottoli – selci – quadrelli. Qui troviamo i suoi argomenti più cari: le domande e i dubbi di un credente; la figura della donna, da lui vista come assoluta. La natura, sua compagna di viaggio, rivestita d'amore e rispetto. La musica, intesa come opere liriche. Gli animali e l'incomprensione verso chi se ne nutre. Il suo spirito animalista che condivido. Il gabbiano dalle ali appesantite per lo strato di nafta fuoriuscito dallo squarcio s'un fianco di una nave cisterna malamente finita contro gli scogli, non riesce più a volare. A volte la poesia ha il suo avvio dopo un sogno, dopo aver visto un documentario o una foto. Nei suoi brani si rivolge sempre a "qualcuno", sia questo un'entità, un animale, se stesso, un altro individuo. Il suo modo di scrivere è preciso, fermo, pungente, addirittura didascalico in alcuni tratti. Tanto da parere racconti smussati per farne poesia. Mi piace la sua ricerca di termini, anche fantasiosa, come ad esempio: stellafiore, raggioperla... Di sé esprime questo concetto: Così è di me, che quando scrivo versi vorrei farmi ribelle ad ogni limite che al ceppo m'incatena del mio essere creatura finita, limitata. E, come molte delle persone che scrivono, arriva a immaginare il suo funerale nel brano "Che diranno di me?" Niente di nuovo sotto il cielo letterario, ma per ognuno è comunque un excursus proprio: Un'allusione al mio riserbo, sì, mi piacerebbe. Riserbo: il mio stemma, la mia bandiera, il mio scudo, il mio labaro. Cosa non mi è costato preservarlo da tentazioni subdole, proteggerlo da false offerte di protagonismo. Ecco, Rudi è riserbo, contegno, fermezza e questo è anche ciò che emerge dai suoi testi; appena appena levigati quando ammette la paura e stende a pennellate rapide l'amore.


Una recensione di Miriam Ballerini



Recensioni ed articoli relativi a Armando Rudi

(0) Pietrame di Armando Rudi - RECENSIONE

Recensioni ed articoli relativi a Miriam Ballerini

(0) Fiori di Serra di Miriam Ballerini - Il Parere di PB

Altre recensioni di Miriam Ballerini

(1) Mila - dialoghi con una modella di video chat di Francazero - RECENSIONE
(2) Billy Summer di Stephen King - RECENSIONE
(3) I cinque cadaveri di Robert Bryndza - RECENSIONE
(4) Il buono e il cattivo di Carmelo Musumeci - RECENSIONE
(6) Il simbolo perduto di Dan Brown - RECENSIONE
(7) La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi - RECENSIONE
(8) Non svegliarti di Liz Lawler - RECENSIONE
(9) Odio volare di a cura di Stephen King e Bev Vincent - RECENSIONE
(10) The outsider di Stephen King - RECENSIONE

Altre recensioni:




-

dal 2013-07-30
VISITE: 2.401


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali