Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    [27/09/2021] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    "Appuntamento in nero" scadenza 2021-09-30    Domani non puo\' aspettare scadenza 2021-09-30    ZONAEBOOK scadenza 2021-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Chiusura di Marco Pataracchia     Il suo nome? di Amedeo Bruni     Se io fossi ancora qui di Giulia Calfapietro     Angelo invisibile di Giulia Calfapietro     Il cuore in saldo di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
11 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
45 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Finalmente Uomo (intervista a Silvano Bulgari)
a cura di Maddalena Lonati
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 9452
Media 81.95 %

Intervista al Maestro Silvano Bulgari

Le evocative note di Pergolesi in sottofondo, un ambiente suggestivo dove le sculture trovano l’ideale collocazione, la penombra che sfuma le vetrate Tiffany, l’inconfondibile profumo di incenso che aleggia. Appena un sussurro da un angolo dell’ampio locale: “ Solo un istante, arrivo.” Vedo le sue mani che plasmano la cera, con dolcezza, quasi con riverenza, di certo con amore. Un tocco sicuro ma delicato, e dalla materia inerte presto nascerà un’altra opera, vibrante ed intensa come tutte le altre. Ma saprà sconvolgere come “Finalmente Uomo”?
Silvano Bulgari è uno scultore di indiscutibile talento, l’abilità tecnica e la potenza simbolica della sua inesauribile creatività sanno trasportare lo spettatore in una dimensione dove realtà e sogno si fondono donando forti emozioni. Ogni sua scultura viene creata con l’antica tecnica della cera persa, così cara a Benvenuto Cellini, e sono proprio la conoscenza e la passione per la tradizione a costituire il punto di partenza della sua ricerca. Ricerca ininterrotta e sempre fruttuosa che lo porta, da ormai trentacinque anni, a rivisitare ed interpretare in modo personalissimo le fonti più disparate: dal Liberty alla Pop Art, dalle antiche civiltà agli oggetti d’uso quotidiano, dalle culture orientali alla mitologia. Un artista che riesce a cogliere l’ispirazione ovunque, e la cui inesauribile curiosità non viene mai appagata, il termine di ogni lavoro è sempre e solo uno stimolo per rimettersi in gioco ed indagare nuovi elementi. Sovente le sue sculture rappresentano gli opposti, dicotomia che sa interpretare magistralmente trasmettendo una sensazione non di lotta, semmai di inevitabile ed indispensabile convivenza. L’equilibrio, incessantemente cercato dall’uomo, viene raggiunto solo per brevi istanti, ma è proprio nella tensione verso un obiettivo impossibile che risiede il significato più profondo della vita.
La prima volta che vidi “Finalmente Uomo” era coperto da un drappo nero. Tolto, si rivelò in tutta la sua forza. Una scultura inquietante e potente, nella quale ogni minimo dettaglio è reso con assoluto realismo. Il Cristo crocifisso, ridotto a scheletro, privo di qualsiasi elemento iconografico classico, obbliga alla riflessione chi lo osserva.
ML: “ Perché la scelta di trattare un argomento religioso tanto importante quanto delicato?”
SB: “ Quest’opera fa parte di un percorso di ricerca interiore. Nell’ultimo periodo ho plasmato varie sculture di tema religioso, come ad esempio “La sete del Male” (un demone tenta di abbeverarsi ad un’acquasantiera, ma nell’atto l’acqua si ghiaccia), perché mi pongo molte domande sull’essenza di Dio e dell’Uomo. Credo profondamente nell’esistenza di un’Entità Superiore, ma ho in proposito numerosi interrogativi irrisolti. Scolpire è solo un modo di rendere tridimensionale la mia riflessione e forse stimolare gli altri a condividerla.”
ML: “ Quindi non si tratta di una provocazione, come apparentemente potrebbe sembrare?”
SB: “ No, non mi interessa la provocazione fine a se stessa, io sento visceralmente ogni mia opera, ed ognuna è solo il prodotto finale di una meditazione. E’ sempre un’esigenza, mai una scelta per provocare scalpore. “Finalmente Uomo” rappresenta i miei quesiti, la mia lacerazione interiore nei confronti di una figura così fondamentale come quella del Cristo. Un mio amico prete ha scritto in una poesia: “ Se la vita è davvero vita, a morire sulla croce fu soltanto la morte.” Ecco, queste parole riescono a riassumere un po’ il mio pensiero. Anche se forse molti non saranno d’accordo, non trovo così importante che Cristo sia risorto o meno. Credo che il Figlio di Dio si sia fatto completamente uomo, e che abbia provato sino in fondo l’esperienza della morte lasciando il Suo corpo sulla croce come prova del Suo passaggio sulla Terra. Questo non toglie nulla alla Sua essenza divina, alla straordinarietà della Sua figura e al meraviglioso messaggio che ci ha lasciato. Anzi, rende ancora più sconfinato l’amore che Dio prova nei confronti dell’uomo se, per comprenderlo davvero nella sua fragilità, ha desiderato sperimentare ogni aspetto della vita terrena. La mia scultura non ha alcun intento blasfemo, anche se forse, al primo impatto, potrebbe lasciarlo supporre. Devo però ammettere che non amo spiegare le mie opere, preferisco solo suggerire degli spunti e lasciare che la suggestione e l’interpretazione personale facciano il resto. Credo che ognuno possa trovare delle sfumature diverse, e ritengo sia giusto così.”
Sculture che si sentono, dunque, non si spiegano, nonostante i loro significati siano così profondi e stratificati. Mi guardo attorno nell’atelier e sosto a lungo davanti a vari pezzi lasciandomi trasportare dalle emozioni evocate da quelle statue bronzee. Lui non commenta, si limita ad osservarmi ed attende che le mie sensazioni affiorino in superficie. Credo sia questo il modo migliore per apprezzare il suo lavoro, così vario ed imprevedibile, aspettare che la propria porta sull’inconscio venga spalancata ed avere poi il coraggio di varcare la soglia. Là ci attende una dimensione inaspettata, e l’esperienza è davvero unica. Silvano Bulgari indaga spesso l’inconscio, il mistero, gli archetipi, è attratto da sempre dalla mente e dai suoi meccanismi psicologici, così affascinanti e sovente inspiegabili.
Vengo attratta da “Tuffo nell’ignoto”, e gli domando: “ Rappresenta la costante incertezza della vita?”
Mi sorride e risponde: “ Certo, non abbiamo alcun potere sul nostro destino, ogni istante è un’incognita. E se non possiamo sapere nulla su di noi, come potremmo conoscere davvero l’essenza di Dio? Siamo troppo limitati per poterlo capire, e forse troppo presuntuosi nelle nostre ipotesi azzardate. In fondo non trovo così distanti queste due sculture: tutto è mistero, tutto è dubbio.”

Silvano Bulgari, Maestro di fama internazionale, ha esposto le proprie opere in tutto il mondo. E’ promosso dalla Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi di Firenze. Innumerevoli le pubblicazioni sulle sue sculture e sculture-gioiello.

Sito www.silvanobulgari.it

www.silvanobulgari.com

Per contatti: silvano.bulgari@fastwebnet.it

Atelier in via Stendhal 45, Milano Tel 02-47710513

Maddalena Lonati, nata in provincia di Milano, ha frequentato i corsi di scrittura creativa della scuola Holden. I suoi racconti sono stati pubblicati da numerose riviste letterarie ( fra le quali Tam Tam, Gemellae, Progetto Babele, Segreti di Pulcinella, Prospektiva), periodici ( Gente, Racconti per un viaggio), ed inseriti in varie antologie ( Voci dell’anima, Fiori di campo, Il racconto mai scritto, Carlo Levi, I racconti del caffè). Scrive recensioni di romanzi e mostre d’arte. E’ redattrice della rivista culturale Segreti di Pulcinella e collaboratrice fissa di Tam Tam e Racconti per un viaggio. Si è classificata seconda al IV Premio Letterario Carlo Levi, quarta al XXIII Premio Firenze-Europa Mario Conti, terza al X Premio Letterario Internazionale Il Molinello, finalista al VI Concorso Letterario Antonianum, al X Premio Internazionale Città di Melegnano, al XXIII Premio Letterario Internazionale Città di Cava de’ Tirreni, all’edizione 2006 del Premio Letterario Interrete Shorts, al V concorso Caffè Letterario Moak.
maddalena.lonati@tiscali.it

© Maddalena Lonati



Recensioni ed articoli relativi a Silvano Bulgari

(1) Finalmente Uomo (intervista a Silvano Bulgari) a cura di Maddalena Lonati - ARTICOLO


Recensioni ed articoli relativi a Maddalena Lonati

(1) L apostolo sciagurato di Maddalena Lonati- Il Parere di PB
(2) Finalmente Uomo (intervista a Silvano Bulgari) a cura di Maddalena Lonati - ARTICOLO

Testi di Maddalena Lonati pubblicati su Progetto Babele

(1) Finalmente Uomo (intervista a Silvano Bulgari) a cura di Maddalena Lonati - ARTICOLO
(2) Segreti di condensa di Maddalena Lonati - RACCONTO
(3) Soluzione finale di Andrea Novelli - Giampaolo Zarini - RECENSIONE
(4) L'ombra di Maddalena Lonati - RACCONTO
(5) La partenza di Maddalena Lonati - RACCONTO
(6) Il libro di Maddalena Lonati - RACCONTO


>>ARCHIVIO ARTICOLI

>>Archivio vecchi articoli (fno al 21/05/2007)

 

 




-

dal 2006-06-11
VISITE: 24650


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali