Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [16/09/2019] 7 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Scribo scadenza 2019-09-18    Mondo Artigiano scadenza 2019-09-20    360 Autori per tutto l’anno scadenza 2019-09-21    Fiori d'Inverno scadenza 2019-09-28    Tema: “Lo scrittore Michele Malanca attraverso la sua ultima opera: Storia di Andrea Pagani e altri racconti” scadenza 2019-09-30    Mario Zanaria scadenza 2019-09-30    PREMIO LETTERARIO DAUNIA&SANNIO scadenza 2019-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    CartaCarbone Festival Letterario Autobiografia e dintorni 2019 | Presentazione della sesa edizione - Treviso, Sabato 21 Settembre 2019, ore 11, Chiesa di San Teonisto (FESTIVAL LETTERARIO 2019-09-21)    PAT - Percorsi di Avvicinamento al Teatro - II edizione - 6 incontri, tutti gratuiti (Roma) (NOSCELTA 2019-09-26)    Festival Letterario CartaCarbone “Autobiografia e dintorni” - Sesta Edizione (NOSCELTA 2019-10-13)    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Speranze di Maria cristina Piazza     Le non stagioni del buio di Cinzia Baldini     Non ci sarà tramonto di Doriana De vecchi     MARTA - Ritratto di una donna in punta di matita di Maurizio Canauz     Occhi tristi di Christian Bigiarini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Arretrati
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
27 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
3 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Bret E. Ellis, il "Fattore 21"
a cura di Leonardo Moro
Pubblicato su PB17


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 7833
Media 79.61 %

Articoli Non parlerò di Lunar Park,ultima fatica letteraria di Bret E. Ellis. O meglio,non parlerò solo di Lunar Park.
Bret E. Ellis nasce nel 1964 a Los Angeles, studia al Bennington College. A soli “21” anni pubblica il suo successo planetario. “ Meno di Zero”. Un romanzo che parla del vuoto e dello smarrimento di una generazione ( quella anni 80’). Gli anni 80’ sono costellati da musica scadente, Mtv, coca, bisessualità. I personaggi di Ellis sono sempre dei ricchi-viziati. I suoi ragazzi non vanno da nessuna parte, hanno tutto, ma sono terribilmente infelici. Hanno smesso di credere anche nei sogni, perché probabilmente non né hanno bisogno. I suoi lavori sono pieni di ragazzi strafatti, televisori accesi e musica perennemente in sottofondo. Madri impegnate in qualcosa e padri impegnati in qualcosa.
Con “Meno di zero” è nato un nuovo autore, secondo Fernando Pivano Bret E. Ellis è il perfetto continuatore di quella letteratura di cui lei ha tanto scritto e che tanto ha amato. Una letteratura fatta di Hemingway e Kerouac, in primis.
Prima di tutto, però, Bret E. Ellis è se stesso. Parla del mondo in cui vive, ci parla di quello che lo circonda. Le feste, i V.I.P., le attrici ( moglie ), le modelle ( amanti ), sono la cornice nella quale si muove. La disperazione e il vuoto diventano autenticità e grande capacità narrativa.
“Le regole dell’attrazione” ( 1987) è il secondo romanzo di Bret E. Ellis, continua sulla scia del suo precedente successo. Giovani allo sbando, belli, ricchi e dannati. Un malessere senza via d’uscita. Per Bret ci sono altre feste, altra coca, altre feste, altra coca, altri amici, altre feste, alcool, un padre che prima lo considerava una “ merda di talento” lo prende in considerazione( o almeno fa finta), ragazze facili, notti infinite, risvegli traumatici. Nasce anche una grande amicizia con Jay McInerney, un altro grande scrittore, molto vicino alle tematiche di Bret.
Ellis smarrisce completamente la bussola con “American Psycho” ( 1990 ). Vendite alle stelle, ma sale anche la fila dei suoi detrattori. Proteste, boicottaggio, femministe che scendono in campo. Tutti vogliono la testa di quel Bret E. Ellis.
Amercian Psycho è una storia violentissima. Patrick Bateman, il protagonista del romanzo è ispirato, secondo una recente intervista di Bret, alla figura di suo padre. Bateman ha un lavoro a Wall Street, è bello, ricco, tutte le donne lo vogliono, eppure è profondamente infelice. Inizia così ad uccidere, diventa un killer spietato.
Questo romanzo per Ellis, è un’arma a doppio taglio. Tutti associano il suo nome a questo libro, conclusione molto limitativa a mio giudizio. Bret ha scritto cose nettamente superiori a “American Psycho”, basti citare; “Meno di Zero”, “ Acqua dal sole”, e “ Lunar Park”.
Nel 1994, pubblica lo stupendo “ Acqua dal sole”, una raccolta di racconti quasi perfetta. Nei tredici racconti, ci sono delle stecche, ma quasi non si sentono, per la grande qualità della maggior parte dei racconti. Bret E. Ellis scrisse questo libro ai tempi di “ Meno di Zero”, ma rimase in un cassetto per molti anni. Si sente infatti la stessa freschezza e genialità di “ Meno di Zero”.
Arriva anche un passo falso. Si chiama “ Glamorama” (1999). Quasi ottocento pagine, ma si ha l’impressione che lo scrittore sia stato strafatto per quasi tutta la stesura del romanzo. Durante il tour promozionale, Bret sprofonda sempre di più nelle droghe. Muore pure. Solo per qualche secondo. Gli addetti stampa della sua casa editrice liquidano la faccenda con “ intossicazione alimentare”, ma non ci credono in molti.
Dopo, soltanto il silenzio. Molti dicono che Bret E. Ellis sia finito. Altri che abbia cambiato vita.
“Lunar Park” esce nel 2006 e a mio giudizio è il miglior lavoro di Bret. E’ il grande miracolo di questo scrittore, che dopo una morte apparente ha saputo risollevarsi e soprattutto, ha saputo reinventarsi, partendo dalla materia narrativa che gli è più cara. Se stesso.
Si immerge ( in prima persona) nel quotidiano, in una di quelle vite “ molto americane”, con due bambini, una moglie-attrice, un cane e un fuoristrada. Sgretola la quotidianità con visioni allucinate e dai contorni horror. Il primo capitolo “ Gli inizi” è forse il miglior capitolo che Bret abbia mai scritto, si immerge a pieno, in tutto quello che è stato, nei suoi libri, nella sua famiglia, nel suo stile di vita. E nella seconda parte del romanzo prova a cambiare, diventando ciò che gli altri vorrebbero che fosse. Naturalmente non resisterà. La sua natura da autentico outsider, avrà ancora la meglio.
La radice “ della dannazione” e del “ male” in Bret, sta tutta nel fattore “21”. L’età in cui venne pubblicato “Meno di Zero”. Da allora niente fu più come prima. Molte invidie, amici sbagliati, troppa droga, un caratteraccio, e la rincorsa impossibile verso “la felicità”. O almeno verso un pezzetto di “felicità”.
Impossibile da trovare, dal momento che aveva scelto di diventare uno scrittore e impossibile da trovare, perché era destinato a diventare il numero uno.

© Leonardo Moro



Recensioni ed articoli relativi a Bret E.Ellis

Nessun record trovato

Recensioni ed articoli relativi a Bret E. Ellis

(1) Bret E. Ellis, il "Fattore 21" a cura di Leonardo Moro - ARTICOLO
(2) Il fattore 21: Bret E. Ellis a cura di Leonardo Moro - ARTICOLO


Recensioni ed articoli relativi a Leonardo Moro

(1) Rumore dal Nulla di Leonardo Moro- Il Parere di PB

Testi di Leonardo Moro pubblicati su Progetto Babele

(1) Bret E. Ellis, il "Fattore 21" a cura di Leonardo Moro - ARTICOLO
(2) Good Life di Jay McInerney - RECENSIONE
(3) Parigi non finisce mai di Enrique Vila - Matas - RECENSIONE
(4) Il fattore 21: Bret E. Ellis a cura di Leonardo Moro - ARTICOLO
(5) Angeli a pezzi di Dan Fante - RECENSIONE


>>ARCHIVIO ARTICOLI

>>Archivio vecchi articoli (fno al 21/05/2007)

 

 




-

dal 2007-05-20
VISITE: 20283


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.