Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [27/11/2021] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    L\'AMORE E\' scadenza 2021-11-30    PREMIO STORICO LETTERARIO METAUROS scadenza 2021-11-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
16 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
35 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

La lotta vana (L’amore omosessuale nella letteratura tra ‘800 e inizi 900)
a cura di Roberta Berardi
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 2935
Media 80.46 %

Articoli

"Non fu colpa mia se, quel mattino, incontrai la bellezza..."
E' con questa frase, vaga e piena di pudore, che la scrittrice francese Marguerite Yourcenar rivela l'omosessualità di Alexis, il protagonista del suo romanzo d'esordio.
Perché sto parlando di Alexis?
Vorrei prendere a modello questo piccolo gioiello letterario della Yourcenar, per provare a ridisegnare i modi e la sensibilità con cui, nella letteratura moderna, ci è stato descritto l'amore omosessuale.
Chi l'ha fatto? Perché l'ha fatto? Come l'ha fatto?
Sono molteplici gli autori che hanno fatto innamorare i loro personaggi di persone dello stesso sesso, suscitando scandalo e scalpore: hanno così dovuto fare i conti con il costume, con la società, con la morale, per poter descrivere certi sentimenti.
Ma questi amori, queste passioni, questi complessi legami, non sempre vengono narrati allo stesso modo; hanno caratteristiche diverse, intensità diverse, modalità diverse.
E' impossibile non citare Oscar Wilde, che nel suo celebre "De Profundis" getta via le vesti dell'intellettuale trasgressivo, per indossare i panni più modesti di un uomo che, cambiato dal dolore, confessa all'amato amato Bosie (Alfred Douglas) il rancore celato da tempo.
La sua storia d'amore con Douglas non è mai raccontata esplicitamente, ma l'intensità delle parole di Wilde la lasciano intuire con facilità.
E' questo un amore difficile, controverso, vissuto, giunto perfino a condurre lo stesso Oscar Wilde alla rovina e alla prigione (il padre di Douglas lo aveva infatti fatto processare proprio per sodomia); ma non sempre nella letteratura è stato questo il tipo di amore omosessuale che è stato raccontato.
Un piccolo capolavoro dimenticato e poco conosciuto della letteratura inglese è "Olivia", solo di recente attribuito a Dorothy Strachey (probabilmente appartenente al Bloomsbury Group): sono solo un centinaio di pagine, che con delicatezza, ci regalano il tenero e commovente amore di una studentessa adolescente, per la giovane direttrice della propria scuola.
Questo è al contrario il caso di un amore, sebbene corrisposto, impossibile da realizzare, eternamente desiderato, ma per forza di cose mai tradotto in realtà.
Qui l'amore omosessuale, contrariamente a quanto fatto in tutti i testi del periodo, non è celato da reticenze, è anzi descritto, se pure con il dovuto riguardo, nei minimi toccanti particolari.
Il modo per fondere la necessità di conformarsi alla morale imposta dal periodo storico, e l'esigenza di ogni scrittore di esprimersi con quanta più sensibilità possibile, sembra averlo trovato, nel succitato romanzo "Alexis o il trattato della lotta vana", Marguerite Yourcenar (che introdusse il tema dell'omosessualità anche nel suo celeberrimo "Memorie di Adriano").
"Alexis" non è altro che la lunga confessione di un marito alla propria moglie, alla quale si trova a dover raccontare la costante lotta vana contro la propria natura, in disaccordo con l'etica comune.
Non è una storia d'amore ad essere descritta, ma l'angoscioso e tormentato stato d'animo di un uomo dilaniato dalla mancata accettazione di sé stesso.
Si avverte in ogni parola la forte sensibilità femminile che la scrittrice trasferisce nel suo personaggio, capace di raccontare in modo profondo e toccante la propria omosessualità, senza mai doverne fare esplicita menzione.
Infine, come non citare Virginia Woolf, il caso più celebre fra gli autori che hanno fatto dell'omosessualità un punto cardine delle proprie opere?
Analizzarle tutte sarebbe impossibile: da "Orlando" a "Mrs Dalloway", si nota sempre qualche elemento che riconduce all'omosessualità, a volte lieve e appena accennato (come il bacio dell'amica Sally a Clarissa Dalloway), altre invece più marcatamente evidente (l'intero intreccio di "Orlando", prima uomo e poi donna, ne è la prova). Ma anche una donna emancipata come la Woolf, si trova a dover fare i conti con le ristrettezze mentali della sua epoca, e deve fare in modo che tutti i suoi riferimenti all'omosessualità risultino poco evidenti e manifesti.
Una caratteristica accomuna tutti questi testi (ad eccezione di quello di Wilde, in cui non si tratta di una storia inventata, ma di una lettera): non si parla mai, in nessun caso, di amori appagati o giunti a buon fine.
Ma se analizziamo infine uno dei più recenti casi letterari con tema "amore omosessuale", ovvero "Chiamami col tuo nome" dello statunitense Andrè Aciman, ci rendiamo conto che la morale della favola non è cambiata: anche in questa storia, l'amore dei due protagonisti non riuscirà ad avere un lieto fine.
Vorrei concludere allora con una provocazione rivolta alla società odierna che si vanta spesso della propria emancipazione: se allora era la morale a condannare l'amore omosessuale, come sarebbero finite queste storie se fossero state scritte oggi?

© Roberta Berardi



Recensioni ed articoli relativi a omosessualità

(1) Insomnia di Lisa Massei - RECENSIONE

Recensioni ed articoli relativi a letteratura

(1) L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro - RECENSIONE
(2) Il vecchio della montagna a cura di Marco Roberto Capelli - ARTICOLO
(3) Barman Adgur di Fazil Iskander trad.di Aldona Palys - TRADUZIONE
(4) Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan - RECENSIONE
(5) Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania a cura di Giovanni Pellegrino - ARTICOLO
(6) La concezione dell’uomo e nel mondo nel romanticismo italiano a cura di Giovanni Pellegrino - ARTICOLO
(7) Il coraggio di aver paura. Storie di donne di Maria Grazia Scarnecchia - RECENSIONE
(8) Il miracolo mancato di Andrea Di Consoli - RECENSIONE
(9) Emily Dickinson, la poetessa ribelle a cura di Anna Ferrari - ARTICOLO
(10) I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri a cura di Giovanni Pellegrino - ARTICOLO
(11) La vera letteratura non è un placebo  a cura di Gordiano Lupi - ARTICOLO
(12) Volevo essere un supereroe della Marvel – vol. 1 di Matsuteia ed E.T.A. Egeskov - RECENSIONE
(13) Rintocchi di clessidra di Alessandro Del Gaudio - RECENSIONE
(14) La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli - RECENSIONE
(15) Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa - RECENSIONE

Recensioni ed articoli relativi a Proust

(1) Fermento di Falesia di Stefano Giannotti - RECENSIONE
(2) Andata e ritorno di Elena Ciurli - RECENSIONE
(3) Alla ricerca dell'Isola Perduta di Stefano Giannotti - RECENSIONE
(4) Ciò che Dio unisce di Sacha Naspini - RECENSIONE
(5) Gol Mondiali di AA.VV. - RECENSIONE
(6) Il caso di Italo Svevo ovvero l'artista può anche essere un bottegaio? a cura di Maurizio Canauz - ARTICOLO
(7) Sulla potenza della metafora: da Nietzsche a Bateson a cura di Bruno Corino - ARTICOLO
(8) Dalla parte di Bergotte. La funzione redentrice della scrittura nella Recherche a cura di Valentina Corbani - ARTICOLO
(9) Sorso di notte potabile di Flaminia Cruciani - RECENSIONE
(10) La cultura italiana nel Novecento a cura di Angela Rigamo - ARTICOLO
(11) Proust, Marcel(1871-1922) a cura di Paolo Mantioni - BIOGRAFIA
(12) Saba: appunti per un percorso di lettura a cura di Fortuna Della Porta - ARTICOLO
(13) Luciano Bianciardi ovvero I bianciardini a cura di Gordiano Lupi - ARTICOLO
(14) Lucio Piccolo di Calanovella: Il mirabile gioco a nascondere d'un gran signore a cura di Tea Ranno - ARTICOLO
(15) Con le peggiori intenzioni di Alessandro Piperno - RECENSIONE


Recensioni ed articoli relativi a Roberta Berardi

Nessun record trovato

Testi di Roberta Berardi pubblicati su Progetto Babele

(1) La lotta vana (L’amore omosessuale nella letteratura tra ‘800 e inizi 900) a cura di Roberta Berardi - ARTICOLO


>>ARCHIVIO ARTICOLI

>>Archivio vecchi articoli (fno al 21/05/2007)

 

 




-

dal 2010-04-28
VISITE: 6012


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali