Pagina Precedente

Poesie Scelte

Pagina Successiva


XXIV ( CXXXIX )

Ragazza non brutta e non bella

quasi domestica apparenza,

mi pesa sul cuore la favilla

che incendia i tuoi occhi

di bimba contenta.

Ed il sorriso riportan gli specchi

se inavvertito in essi mi scorgo,

dopo aver incrociato i miei vecchi

coi tuoi piu’ giovani occhi,

m’accorgo

di qualcosa che dentro si perde.

 

 


Pagina Precedente

Poesie Scelte

Pagina Successiva


VISITE: 3