Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [16/10/2019] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    “Linee di Paesaggio” scadenza 2019-10-28    Concorso per artisti emergenti scadenza 2019-10-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
29 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
5 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Profumo di libri
di Lavinia Scolari
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 17499
Media 79.43 %



 

- Dunque, lei conosce la signorina Coriani? 

- Sì, commissario, come le ho già detto, la conosco, è la mia vicina di casa; inoltre sono un cliente affezionato del suo negozio. 

- E quando l’ha vista l’ultima volta?

- Io? O Cielo! Non sospetterete di me! Non crederete che io abbia a che fare con la sua scomparsa!

- Non si preoccupi. Sono solo domande di rito.

- Meno male! Mi ha messo una tale ansia, commissario... Sa, nei telefilm, inizia sempre così: il poliziotto fa una domanda, l’interrogato tentenna, e subito diventa il primo indiziato. Ecco, vede, io ora tentenno, sembro confuso, smarrito, un poliziotto della tv mi avrebbe già condotto al commissariato! Ma io sono una persona onesta, è solo che mi lascio trasportare... Se qualcuno mi accusa di qualcosa, ebbene... Io assumo un atteggiamento tale da far supporre che quella accusa sia più che fondata, mi spiego?

- Senta, signor Scala, si attenga ai fatti, ché non abbiamo tempo da perdere. La signorina Coriani è scomparsa già da tre giorni. Quando e dove l’ha vista l’ultima volta?

- Mi sembra nella sua libreria proprio tre giorni fa. Sì, ero andato lì per acquistare un libro, ma non un libro qualsiasi, uno di quelli con una bella copertina di cuoio, che profumano di prezioso e di antico nello stesso tempo, e di ciclamino, oserei dire! La signorina ne vende solo pochi di questo genere. Dovevo affrettarmi, perché c’è un tale che girava intorno a quello stesso volume da giorni, come me. I libri ci corteggiano, commissario Carrisi, ci chiamano, ci seducono; coi loro profumi di ciclamino, di muschio, coi colori che li avvolgono, con la seta delle loro pagine. E i titoli sono come dolci nomi di donna... 

- Sì, capisco... Ma non si dilunghi. C’era solo lei in libreria, quel giorno?

- Sì, ero l’unico cliente. Non c’era nessun altro. Sono andato via senza comprare nulla, perché la signorina mi ha detto che stava per chiudere il negozio, sebbene non fosse ancora orario di chiusura. Sembrava avesse una certa fretta.

- E non le ha domandato dove stesse andando?

- No, no. Ma se le interessa, ero diretto in tintoria. Sa, non sono sposato...

- Non intendevo la signorina a lei, lei alla signorina! Le ha chiesto dove stesse andando?

- Ah, io alla... No, no, io sono discreto, che cosa crede? Ma perché? Avrei dovuto? 

- Se lo avesse fatto, avremmo una pista, un indizio.

- E io cosa ne potevo sapere, commissario? No! Che fa? Scrive? Cosa scrive?

- Senta, mi lasci lavorare. Certo che scrivo!

- Ma qualcosa sul mio conto? Lei mi rovina!

- Non sia ridicolo! Se continua coi suoi vaneggiamenti è solo di intralcio alle indagini! Si limiti a rispondere senza divagare. Dunque, la signorina era sola. Lo conferma?

- Confermo. Sola, con un bambino.

- Beh, allora non era sola!

- Sì, ma erano soli, lei e il bambino. Ah, lei quindi intendeva se era da sola da sola! Pensavo con qualcuno di rilevante, di sospetto.

- E chi era il bambino? Il figlio? Il nipote?

- No, che io sappia. Non lo conoscevo.

- Non ha domandato chi fosse il minore?

- Ma no, commissario! Credevo fosse lì per comprare uno di quei libri di fiabe, pieno di figure variopinte, che profumano di margherite. 

- Guardi, lei è un appassionato di libri, e questo si capisce bene, anche di fragranze, direi, forse ha qualche disturbo ossessivo-compulsivo, perdoni la franchezza, ma questo non ci riguarda, è irrilevante nonché fuorviante. La signorina Coriani è scomparsa, e non uno dei suoi libri! Mi dica almeno come era vestita. Mi descriva il bambino, magari.

- Non feci caso all’abito, commissario. Non pensai. Perdoni, commissario!

- Qui non è questione di perdonare, signor Scala, forse è in corso un sequestro a scopo di estorsione e lei non pensa, non domanda, fa spallucce e va in tintoria!

- Sequestro a scopo di estorsione? Ma è sicuro che la signorina Coriani sia stata rapita? Magari è andata via spontaneamente! Chi ha denunciato la scomparsa? Un parente? Un amico?

- Insomma, ma chi è che fa le domande, qua? Lei o io?

- Lei, lei. Mi scusi. 

- Bene, signor Scala, è tutto. Può andare.

- No! Come è tutto? E la libreria?

- Che intende dire?

- Chi se ne occuperà? La polvere, la muffa, i libri... Il profumo, i ladri...

- Ma che sta dicendo? Una donna è scomparsa, i libri non sono affar nostro!

- Sì, certo. Però, scomparire così, senza avvisare... Io devo ancora comperare quel volume, mi spiego? Quando crede che potrò? Lei ha forse una chiave, un passe-partout? Lei è commissario, lei potrebbe, immagino.

- Signor Scala, lei assume continuamente un atteggiamento che definir sospetto è quasi un eufemismo.

- Se la signorina non torna, potrei occuparmi io della libreria.

- Signor Scala, mi sta ascoltando?

- La potrei acquisire, a qualunque prezzo, ho dei soldi da parte...

- Lei sta delirando, è visibilmente scosso...

- Magari anche oggi, sì, sì, oggi stesso, oggi!

- Sono costretto a chiederle di seguirmi in commissariato.

- No! Anzi, sì, sì, e mi consegnerà le chiavi, vero? No, che fa, commissario? No, le manette no! Commissario! Il libro, almeno quello, me lo lasci prendere! Me lo porterà lei? Vero? Così gentile, lei, commissario!

- Come no! Glielo porterò io.

- Lei è cortese, commissario, lei sì! Grazie!

- Su, si muova!

- Mi raccomando, commissario, quello che voglio io deve prendere, è il più bello, di cuoio la copertina, e profuma di ciclamino!

© Lavinia Scolari



Recensioni ed articoli relativi a Lavinia Scolari

Nessun record trovato

Testi di Lavinia Scolari pubblicati su Progetto Babele

(1) Eleonora di Lavinia Scolari - RACCONTO
(2) Profumo di libri di Lavinia Scolari - RACCONTO



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2009-09-10
VISITE: 32729


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.