Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [13/08/2022] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Se rinasco voglio essere John Wayne
di Filippo Mezzetti


a cura di Marco R. Capelli

EDIZIONI PANGLOSS 2000
116 pagine - Prezzo 7.75 euro


Un libro di estrema piacevolezza, un testo snello e di facile lettura, nel quale la scrittura leggera ed elegante di Filippo Mezzetti ci accompagna attraverso dieci racconti ed altrettante vite, svelate dalla penna affilata ma mai crudele dell'autore. Sono vite immaginate ma non certo immaginarie, che Mezzetti seziona, manovrando il bisturi con mano ferma. Pure traspare, dietro il linguaggio quasi freddo, sempre distaccato, una pietà profonda ed un'autoironia agrodolce, per questi personaggi che si aggirano spaesati attraverso vite che non possono scegliere. L'universo che ne esce è un cosmo caotico ed imprevedibile dove non esistono il bene o il male, il premio o la punizione ma tutto è regolato dai capricci del caso. Pure i personaggi di Mezzetti, non perdono mai la speranza, neppure alla fine, come la protagonista di "Se rinasco voglio essere Greta Garbo" che a quarant'anni, impantanata come disegnatrice di pin-up per un'infima casa editrice, continua a sperare di trovare, un giorno, un lavoro da architetto. Siamo chiari, non credono che domani andrà meglio, ma in fondo, non lo escludono a priori, si limitano a proseguire per la loro strada, un po' per stoicismo, ed un po' perchè non hanno scelta. Andra' diversamente in una prossima vita, se ce n'è una, E se non c'è una prossima vita... forse è anche meglio, perchè una, basta ed avanza!

Marco R. Capelli
marco_roberto_capelli@progettobabele.it


COME NASCE UNA RACCOLTA DI RACCONTI?
Filippo Mezzetti ci racconta la genesi di "Se rinasco voglio essere John Wayne"

Una domanda che molti scrittori dovrebbero porsi prima ancora di prendere in mano la penna è: Chi è il mio lettore? Cosa pensa, cosa mangia, come vive?"
Allora mi sono detto: io sono il primo lettore di quello che scrivo, quindi perché non cominciare da me?
Mi sono guardato addosso e ho cominciato a fare un'analisi di come vivevo.
Quando ho scritto questi racconti lavoravo in un ufficio tra il kafkiano e il fantozziano; quindi nulla di particolarmente interessante, e soprattutto nulla
di nuovo. Però cosa sarebbe accaduto se quello che mi è andato bene fosse andato male, e quello che mi è andato male fosse andato peggio?
E ancora: che effetto avrebbe avuto la contrapposizione di una vita come quella che mi apprestavo a descrivere con quella dei grandi miti di celluloide?
Tutto questo però non viene descritto nel libro perché fa parte del bagaglio di conoscenze del lettore: quello che rappresenta John Wayne è già racchiuso nel
suo nome.

A questo punto, dopo aver osservato e fatto a pezzi la mia vita, dopo aver scaraventato questi pezzi nel fango, dopo aver tolto tutto quello che c'era di buono e aver peggiorato tutto quello che buono non era; sorgeva un dilemma: lasciare questo racconto isolato o inserirlo in un contesto più ampio?
Il racconto che avevo appena scritto non mi sembrava male, e sentivo che avrebbe meritato qualcosa di più che finire in un cassetto o magari in una raccolta di
storie che con lui non c'entravano nulla. Sentivo che dovevo creargli dei fratelli e delle sorelle.
Quello che avevo fatto con me lo potevo fare anche con chiunque altro: bastava girare nei posti pubblici con le orecchie all'erta, percepire tutte le lagne di chi
li frequenta, estremizzare queste lagne, inserirle in delle vite grottesche e il gioco era fatto.
Mentre scrivevo questo libro ho letteralmente vampirizzato la realtà che mi circondava. Giravo per i posti pubblici annotando su un taccuino tutto quello che attirava la mia attenzione.
Uscivo dall'ufficio e mi fiondavo nelle strade a spiare la gente; mi fermavo davanti alle vetrine per guardare, non quello che c'era nei negozi, ma chi ci
lavorava dentro.
In conclusione chiunque legga questo libro potrà trovare un segmento della propria vita nella vita di almeno uno dei personaggi, e chi lo leggerà, oltre a rivedere un po' di sé stesso potrà trovare tracce di gente che conosce.
Perché in questo libro ci sono dieci personaggi che dicono a modo loro quello che tutti sappiamo: che comunque la rigiri siamo nei casini.
E che, come è scritto nella quarta di copertina, la vita è a colori, ma il bianco e nero è più realistico.

Filippo Mezzetti
phil_mczeth@yahoo.it


Il libro può essere ordinato direttamente all'autore, inviando 10 euro a:

Filippo Mezzetti
Via Cellini, 86
50053 - EMPOLI (FI)
phil_mczeth@yahoo.it

L'importo è comprensivo di spese di spedizione a mezzo posta celere.



VISITE: 6897

Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali