Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [13/08/2022] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus

Le Vendicatrici
Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Janara;La
di Luigi Boccia



Anno 2005 - Il foglio
Prezzo € 10 - 80 pp.
ISBN 2147483647

Con La Janara, Luigi Boccia, dopo il ben noto saggio Arcistreghe (Il Foglio, 2003), coautore Antonio Daniele, ci riporta nel cuore del folklore campano. Un romanzo breve, in carta patinata, impreziosito da inquietanti illustrazioni e dalla prefazione del regista Pupi Avati.
Fin dal principio, supponiamo che la janara, la strega campana, sia Francesca, che ha trascorso un lungo periodo in un ospedale psichiatrico dopo la morte di suo figlio. Francesca è tormentata da ricordi, dal pianto di bambini, morti, nel silenzio “impastato all’oscurità”. E’ lei, “incapace d’intendere e di volere”, che ha ucciso il piccolo Gabriele? Sì, forse. Visti e considerati i dubbi che certa cronaca nera di questi ultimi tempi impianta nelle nostre coscienze. E, Rosanna, vicina di casa e amica di suo fratello Martino, che ruolo ha in questa storia? I personaggi, di non grande spessore, poco studiati nei tratti somatici, ma ben realizzati sul piano psicologico, si contano sulle dita di una mano. La protagonista, per esempio, potrebbe essere “la ragazza della porta accanto”. La trama si dispiega con molta semplicità, sebbene si passi sovente, attraverso il recupero memoriale, da fatti avvenuti in passato allo status quo.
La leggenda vuole che la donna nata la notte di Natale si trasformi, quando c’è il plenilunio, proprio come il lupo mannaro, in janara ed entri nella casa di chi le ha fatto un torto, per uccidere i bambini, spezzando loro le ossa. Rabbrividiamo. Per allontanarla si è soliti mettere, davanti alla porta di casa, una scopa di fascine; la janara è costretta a contare i rametti sottili; intanto scompare la luna e, con essa, anche il pericolo. Ancora oggi una piccola scopa, appesa alla porta o al muro di casa, è ritenuta uno “scaccia-guai”.
Si tratta della “follia nel folklore” e della“follia del folklore” di cui ha scritto Luigi M. Lombardi Satriani in Il silenzio, la memoria e lo sguardo: “Anche nella cultura folklorica, infatti, la follia rappresenta la negazione della <>, lo spazio altro nel quale le regole del noto sono sospese”. Di “magare” e “magarie” parla Maffeo Pretto, in La pietà popolare in Calabria: “In Calabria un tempo erano famose le streghe, le magare di Pittarella del comune di Pedivigliano”. Lo scrittore, di seguito, afferma che esse si diffusero nel resto della regione. Si ricorda, ancora oggi, che era usanza mettere, recitando “Sutt’acqua e sutta vientu alla nuce di Bonivientu”, una testa d’aglio nel buco della serratura o coprirla con un vaglio per la farina, per non far entrare le “magare”.
La Janara ci sorprende con il finale: antiche superstizioni e psicopatologie freudiane, infuse di sapore biblico, sacro e profano s’intrecciano indissolubilmente.
Stregoneria, folklore, cultura demologica, “…fragranza del passato".


Una recensione di Simonetta De Bartolo
simonadebartolo@libero.it
https://www.progettobabele.it/toplink/profilocollaboratori.php?ID=774




 

VISITE: 3708

Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali