Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [09/12/2021] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    La Couleur d\'un Poeme scadenza 2021-12-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Bookshop
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
18 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
34 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Vies minuscules
di Pierre Michon
Pubblicato su SITO


Anno 2007 - Gallimard
249 pp.

Una recensione di Paolo Mantioni
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 9333
Media 78.97 %



Vies minuscules

Questo libro è un capolavoro.

La buona creanza letteraria dovrebbe indurre ad evitare affermazioni perentorie di valore o disvalore, ma sulla assoluta convinzione che quest’opera narrativa di Pierre Michon sia un capolavoro indiscutibile scommetto tutto il mio sapere e il mio gusto letterario, poco o tanto che sia.

Dello scrittore e del libro, Pierre Michon e Vies minuscules, circolano in Italia scarne informazioni. A tutt’oggi, di Pierre Michon è stato tradotto in italiano solo Padroni e servitori (Maître et serviteurs), per i tipi di Guanda e la traduzione di Roberto Carifi. Testo cronologicamente successivo a Vies minuscules, ma simile, per impostazione, ispirazione e resa letteraria al testo precedente (Vies minuscules fu pubblicato nel 1984 mentre Padroni e servitori nel 1988), ma decisamente meno personale, meno lievitato.

Viceversa, Pierre Michon e Vies minuscules godono in patria di un indiscusso prestigio, perciò l’assenza nel panorama dell’offerta culturale del mercato editoriale italiano è, per me, assolutamente inspiegabile. Ma tant’è, mi rassegno all’inconoscibile.

Vies minuscoles si compone di spezzoni narrativi dedicati a personaggi, per così dire, minori, che hanno incrociato o sfiorato la vita del protagonista che è lo scrittore stesso. Il racconto delle “vite minuscole” mette il lettore in condizione di poter guardare con “la coda dell’occhio” alla vita del protagonista.  E’ un libro costruito su due assenze: quella dello stesso protagonista e quella del padre. Un testo autobiografico che fonda la sua ragione d’essere sull’assenza di se stesso? Il personaggio che racconta e il personaggio di cui si racconta sono come spaiati, distanziati. Proprio perché il personaggio che racconta non può che guardarsi di scorcio, in lontananza, non può che costruirsi in assenza, sua e del padre.  Tutto ciò che è intorno a queste due assenze è oggetto di una narrazione avvolgente, a cerchi concentrici. Parte da lontano e, attraverso una prosa calibrata e affettivamente intensa, arriva sempre vicino, senza mai indicarlo risolutamente, al punto nevralgico di ogni discorso: il vuoto.

Come se solo la continuità filogenetica possa dare un senso al nostro attraversamento del mondo. La rottura della quale, costringe ad una ricerca fallimentare di senso, lasciandoci in un vuoto incolmabile.

Quella di Michon è una scrittura accattivante, coinvolgente. Invita il lettore alla pazienza, al godimento dell’esistente, ben bene sistemato e spimacciato intorno ai crateri del vuoto e del non senso. Affidando alla affabulazione, alla parola e alla letteratura il ruolo del riempimento, della ricerca del senso.


Una recensione di Paolo Mantioni






Recensioni ed articoli relativi a Pierre Michon

(1) Vies minuscules di Pierre Michon - RECENSIONE

Testi di Pierre Michon pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Paolo Mantioni

(1) L' eleganza del riccio di Muriel Barbery - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2008-07-27
VISITE: 24238


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali