Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Progetto Babele: Collaboratori cercasi! (21/05/2024)    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    [24/06/2024] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Il Premio Città di Como scadenza 2024-06-30    Seven Live 2024 scadenza 2024-06-30    V EDIZIONE PREMIO LETTERARIO TERESA COGNETTA scadenza 2024-07-03    V ED. PREMIO TERESA COGNETTA scadenza 2024-07-03    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Comfort Festival - Ferrara diventa americana (EVENTO 2024-07-07)     ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI 2024 - danza_teatro_musica_site specific_nella natura urbana (SPETTACOLO_TEATRALE 2024-06-29)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Praga poesia che scompare di Milan Kundera     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Uno sguardo all’Open studio presso la Casa degli Artisti di Milano di Cecilia Del Gatto Di Riccardo Renzi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
15 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
3eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
18novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Vecchio frack
di Rossella Jannello
Pubblicato su PB20


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 223
Media 79.82%



Vecchio frack

Meglio stare con finestre e porte ben chiuse, non si sa mai. Qualcosa o qualcuno potrebbe disturbare il mio sonno. Solo io so come è difficile chiudere gli occhi dopo che le scariche di adrenalina hanno frustato a lungo i tuoi poveri nervi. Come è difficile ignorare i rumori e i dolori delle vecchie giunture che hanno lavorato sodo. Come è complicato trovare una posizione comoda prima di dormire il sonno del giusto. Sì, del giusto. Riuscendo a fare persino dei sogni. Come quella volta in cui fluttuavo (succede, no?) su un languido mare rosso, dal quale spuntavano pallide creature che nuotavano e mi chiamavano, annaspavano e mi chiamavano ma che non potevo raggiungere....

Un'angoscia degna di essere raccontata a uno strizzacervelli, come quell'altra volta in cui non riuscivo a vedermi nello specchio del mio bagno neanche strizzando gli occhi... Per fortuna, ci sono anche i sogni belli. Quelli in cui siamo io e lei vicini vicini, e lei mi si offre vogliosa e io soddisfo il suo desiderio....quelli in cui giaccio soddisfatto dopo una bella abbuffata. Altro che spirito, è la materia che chiede di essere placata!

Per questo, per non disturbare questo sonno prezioso, ho deciso di dormire con porte e finestre ben chiuse, sigillate persino se occorre. Tanto non ho mica problemi di caldo, vivendo quassù sulle montagne. «Don't disturb», insomma. Perchè mi è difficile addormentarmi ed è troppo facile svegliarmi. Basta anche un odore fuori posto: chessò, puzza di piscio, profumi femminili troppo intensi, sentore d'aglio. Lo detesto e, soprattutto, non lo «digerisco»: con l'aglio, io, ho proprio il dente avvelenato.

L'arredamento? Altrettanto importante. Non vorrei sembrare un fanatico del feng-shui, ma la parola d'ordine per me è sobrietà in sintonia con le energie della natura. Per cui in camera da letto niente specchi nè dorature nè argento, ma solo materiali naturali come il legno. Non tutto, però: il legno non è «innocente» come sempre, Gesù Cristo insegna. Per cui legno sì, ma di qualità e giovane. Niente di stagionato, magari faggio o noce, ma niente biancospino nè frassino, please. E poi ben piallato, semplice e grezzo: niente cunei nè forme «incrociate».

E niente baldacchini e «trispiti», al limite neanche il futon: si dorme a terra, è la cosa migliore. La terra mi piace tanto che ne tengo un mucchio anche sulla mia barca, nel caso mi venisse voglia di fare un giretto. Dici: ma non ci si sporca? Sì è vero, ma quando torno a casa perchè è l'ora non vado mica tanto per il sottile e ho tanto sonno che non mi spoglio nemmeno. Solo quando mi sveglio vedo la polvere sul frack o le macchie rosse sulla camicia e magari mi cambio.

Dunque silenzio, sobrietà e niente odori. Anche se gli altri cercano sempre di raggiungerti. Inseguendoti anche all'inferno, se necessario. Cercando di sintonizzarsi anche sui tuoi pensieri! E poi mi dicono di farmi anche il cellulare. Per carità!

Insomma è diventato difficile anche vivere, in questa sporca società. Per esempio, devi diffidare di tutti, devi stare attento a chi incontri perchè a volte anche quelli più «innocui» riservano delle sorprese. Porto ancora i segni di un incontro di qualche anno fa in un pub di Londra: quattro chiacchiere, un bloody mary e poi, si sa come vanno queste cose, un gentiluomo come me non racconta mica i particolari...E non mi sono ritrovato con l'Hiv conclamato? Menomale che alla mia età ho poco da perdere e, volendo, avrei tutto il tempo di aspettare nuove cure. Però è fastidioso lo stesso e alla lunga si perde la fiducia nel mondo.

D'altra parte, che avrei dovuto fare? Ritirarmi nel castello? Appendere al chiodo cilindro e mantello e giacere? No, ho scelto di vivere come si può quando si può cercando di suggere il meglio della vita. Al limite, quelle volte che proprio-non-hai-voglia-di-mettere-il-naso-fuori ormai te la cavi con un pasto preconfezionato: peso determinato, denominazione d'origine controllata, busta trasparente fornita di tubicino-cannuccia, niente vuoto a rendere, l'unica scocciatura è quella di tenerlo in frigo. Nessuna città ne rimane senza per tutte le emergenze e te lo danno anche gratis se ne hai bisogno. E questo, sissignori, è un innegabile frutto del progresso. Prima, per procurarti un pasto decente quando non potevi pensarci tu c'erano metodi complicatissimi, come quelli che usava mio padre fra gli Ottomani o mia cugina Elisabetta giù a Norimberga: tanto complicati che nel frattempo ti passava la fame.

Eppure, in un certo senso rimpiango quei tempi: che ne so, avevo più energie, il mondo era meno complicato, ero più rispettato e anche più temuto, le donne non mi mancavano, gli artisti mi adoravano, il dentista costava meno. Forse ero semplicemente più giovane e più illuso e questo spiega tutto. Per questo, ho deciso di suicidarmi. Niente di eclatante, niente di violento, please. E per questo che sono venuto qui, a Caponord, un posto che i miei parenti non avrebbero mai scelto per le loro vacanze. E non l'ho fatto certo per il clima, o per le foreste, o per la tundra. L'ho fatto per finire in maniera elegante, come piace a me, nell'ora che mi è più congeniale: solo qui c'è il Sole di Mezzanotte.

© Rossella Jannello





Recensioni ed articoli relativi a Rossella Jannello

Nessun record trovato

Testi di Rossella Jannello pubblicati su Progetto Babele

(1) Vecchio frack di Rossella Jannello - RACCONTO



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB




-

dal 2008-08-26
VISITE: 437


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali