Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    [21/09/2021] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    "Appuntamento in nero" scadenza 2021-09-30    Domani non puo\' aspettare scadenza 2021-09-30    ZONAEBOOK scadenza 2021-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 14 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Chiusura di Marco Pataracchia     Il suo nome? di Amedeo Bruni     Se io fossi ancora qui di Giulia Calfapietro     Angelo invisibile di Giulia Calfapietro     Il cuore in saldo di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
11 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
45 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Una storia romantica
di Antonio Scurati
Pubblicato su SITO


Anno 2007 - Bompiani
Prezzo € 19 - 569 pp.
ISBN 9788845259623

Una recensione di Rossella Maria Luisa Bartolucci
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 13623
Media 79.82 %



storia romantica;Una

Un libro composito, dai mille risvolti: così potremmo definire"Una storia romantica", l'ultimo romanzo di Antonio Scurati.

Innanzitutto è senza dubbio un romanzo storico, che, al pari dei "Promessi Sposi" di Manzoni, mette la storia al centro, facendone non solo l'ambientazione in cui i personaggi vivono, ma la causa scatenante della passione tra il protagonista, il giovane Jacopo Izzo Dominioni, tipico eroe infelice romantico di stampo foscoliano, e la bella Aspasia dagli occhi viola e leggermente cerchiati, ritratto di un'eroina che vorrebbe apparire romantica ma ha molti tratti novecenteschi.

Il momento dell'incontro tra i due personaggi è particolare: Aspasia sta per essere stuprata da un ufficiale austriaco e Jacopo interviene a salvarla. Jacopo, prima quasi trascinato dagli eventi in mezzo alle cinque giornate di Milano, adesso acquista un ideale per cui vivere, l'ideale rivoluzionario di liberazione dal giogo degli stranieri che per lui s'incarna in Aspasia, eroina femminista ante litteram che, partecipando direttamente alla rivolta, in pieno ottocento si taglierà i capelli e si travestirà da uomo per combattere al fianco di altre donne di provenienza sociale anche molto diversa dalla sua, come la popolana Teresa la grossa o la prostituta Berta.

Alti sono gli ideali che animano i patrioti milanesi e i due giovani innamorati. Ben diversa invece appare la situazione trentasette anni dopo, nel 1885, quando, in apertura del libro, Italo Morosini, senatore del Regno d'Italia, riceve un dagherrotipo accompagnato da un manoscritto che gli rivela la sconcertante passione di sua moglie Aspasia  e del suo migliore amico Jacopo che lo riporta indietro nel tempo all'epoca delle Cinque giornate di Milano. Italo è un senatore corrotto, che, adeguatosi al trasformismo di De Pretis, ha tradito gli ideali patriottici giovanili, e perciò viene disprezzato dalla moglie.

La vicenda della passione d'amore, dunque, viene presentata con la tecnica manzoniana del manoscritto ritrovato, e Manzoni stesso è uno dei tanti personaggi che popolano il romanzo, un Manzoni nevrotico quale ce lo presenta l'ultima critica novecentesca.

Accanto al Manzoni parecchi sono i personaggi storici realmente esistiti presenti nel testo, quali Cattaneo, Manara, il pittore Hayez, Emilio Morosini ed altri che si affiancano ai personaggi di pura invenzione, come lo stesso Italo Morosini che nel romanzo è immaginato fratello di Emilio, con una scelta stilistica che predilige il verosimile come avviene nei "Promessi Sposi" di Manzoni.

Ma, come dicevamo inizialmente, il libro è composito e, nella sua seconda parte, ricalca il modello foscoliano del romanzo epistolare. L'ultima parte poi è ricca di colpi di scena, fino all'inaspettata conclusione con la morte del protagonista.

L'elemento di maggiore spicco è il tradimento: tradimento degli ideali repubblicani dei milanesi da parte dei piemontesi; tradimento di Jacopo nei confronti dell'amico Italo, di Aspasia nei confronti prima del promesso sposo Italo e poi anche di Jacopo, tradimento da parte di Italo dei suoi ideali giovanili.

Molte sono le scene crude, giustificate dal clima rivoluzionario che è descritto con estremo realismo, molte le scene che hanno sapore cinematografico. Importante è il contributo della musica di Verdi, presente nella parte iniziale del testo col "Nabucco", simbolo della liberazione dalla schiavitù e nell' "Otello" finale, che ci ricorda il tradimento.

Comunque la caratteristica sicuramente più importante del libro è il mixage operato dall'autore riportando spesso anche integralmente nel suo libro interi passi tratti da altri autori recenti e meno recenti, quali Hugo, Montale, Pavese, vari testi di canzoni e di opere liriche, nonché di sceneggiature cinematografiche tratte dai film di Hollywood.

Il tutto è, ma solo in parte, dichiarato nella tabula gratulatoria e nella tabula mistificatoria che chiudono il testo, in cui Scurati confessa al lettore quale uso ha fatto di questi prestiti d'autore.

Tecnica senz'altro originale ma che potrebbe essere anche discutibile, senz'altro mai praticata precedentemente, o almeno mai così scopertamente.

In conclusione, un libro tutto da leggere, un libro che avvince, appassiona, coinvolge, incuriosisce e soprattutto fa discutere.


Una recensione di Rossella Maria Luisa Bartolucci






Recensioni ed articoli relativi a Antonio Scurati

(1) Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo - RECENSIONE
(2) Una storia romantica di Antonio Scurati - RECENSIONE

Testi di Antonio Scurati pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Rossella Maria Luisa Bartolucci

Nessun record trovato


 

Altre recensioni:






-

dal 2009-02-01
VISITE: 27403


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali