Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Progetto Babele: Collaboratori cercasi! (21/05/2024)    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    [18/06/2024] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    “Eridanos” scadenza 2024-06-23    Il Premio Città di Como scadenza 2024-06-30    Seven Live 2024 scadenza 2024-06-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    NIPPOMANIA - Giappone: dai samurai ai manga. (PRESENTAZIONE 2024-06-22)     ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI 2024 - danza_teatro_musica_site specific_nella natura urbana (SPETTACOLO_TEATRALE 2024-06-29)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Praga poesia che scompare di Milan Kundera     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Uno sguardo all’Open studio presso la Casa degli Artisti di Milano di Cecilia Del Gatto Di Riccardo Renzi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
16 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
4eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
18novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Una storia romantica
di Antonio Scurati
Pubblicato su SITO


Anno 2007- Bompiani
Prezzo € 19- 569pp.
ISBN 9788845259623

Una recensione di Rossella Maria Luisa Bartolucci
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 14000
Media 79.85%



Una storia romantica

Un libro composito, dai mille risvolti: così potremmo definire"Una storia romantica", l'ultimo romanzo di Antonio Scurati.

Innanzitutto è senza dubbio un romanzo storico, che, al pari dei "Promessi Sposi" di Manzoni, mette la storia al centro, facendone non solo l'ambientazione in cui i personaggi vivono, ma la causa scatenante della passione tra il protagonista, il giovane Jacopo Izzo Dominioni, tipico eroe infelice romantico di stampo foscoliano, e la bella Aspasia dagli occhi viola e leggermente cerchiati, ritratto di un'eroina che vorrebbe apparire romantica ma ha molti tratti novecenteschi.

Il momento dell'incontro tra i due personaggi è particolare: Aspasia sta per essere stuprata da un ufficiale austriaco e Jacopo interviene a salvarla. Jacopo, prima quasi trascinato dagli eventi in mezzo alle cinque giornate di Milano, adesso acquista un ideale per cui vivere, l'ideale rivoluzionario di liberazione dal giogo degli stranieri che per lui s'incarna in Aspasia, eroina femminista ante litteram che, partecipando direttamente alla rivolta, in pieno ottocento si taglierà i capelli e si travestirà da uomo per combattere al fianco di altre donne di provenienza sociale anche molto diversa dalla sua, come la popolana Teresa la grossa o la prostituta Berta.

Alti sono gli ideali che animano i patrioti milanesi e i due giovani innamorati. Ben diversa invece appare la situazione trentasette anni dopo, nel 1885, quando, in apertura del libro, Italo Morosini, senatore del Regno d'Italia, riceve un dagherrotipo accompagnato da un manoscritto che gli rivela la sconcertante passione di sua moglie Aspasia  e del suo migliore amico Jacopo che lo riporta indietro nel tempo all'epoca delle Cinque giornate di Milano. Italo è un senatore corrotto, che, adeguatosi al trasformismo di De Pretis, ha tradito gli ideali patriottici giovanili, e perciò viene disprezzato dalla moglie.

La vicenda della passione d'amore, dunque, viene presentata con la tecnica manzoniana del manoscritto ritrovato, e Manzoni stesso è uno dei tanti personaggi che popolano il romanzo, un Manzoni nevrotico quale ce lo presenta l'ultima critica novecentesca.

Accanto al Manzoni parecchi sono i personaggi storici realmente esistiti presenti nel testo, quali Cattaneo, Manara, il pittore Hayez, Emilio Morosini ed altri che si affiancano ai personaggi di pura invenzione, come lo stesso Italo Morosini che nel romanzo è immaginato fratello di Emilio, con una scelta stilistica che predilige il verosimile come avviene nei "Promessi Sposi" di Manzoni.

Ma, come dicevamo inizialmente, il libro è composito e, nella sua seconda parte, ricalca il modello foscoliano del romanzo epistolare. L'ultima parte poi è ricca di colpi di scena, fino all'inaspettata conclusione con la morte del protagonista.

L'elemento di maggiore spicco è il tradimento: tradimento degli ideali repubblicani dei milanesi da parte dei piemontesi; tradimento di Jacopo nei confronti dell'amico Italo, di Aspasia nei confronti prima del promesso sposo Italo e poi anche di Jacopo, tradimento da parte di Italo dei suoi ideali giovanili.

Molte sono le scene crude, giustificate dal clima rivoluzionario che è descritto con estremo realismo, molte le scene che hanno sapore cinematografico. Importante è il contributo della musica di Verdi, presente nella parte iniziale del testo col "Nabucco", simbolo della liberazione dalla schiavitù e nell' "Otello" finale, che ci ricorda il tradimento.

Comunque la caratteristica sicuramente più importante del libro è il mixage operato dall'autore riportando spesso anche integralmente nel suo libro interi passi tratti da altri autori recenti e meno recenti, quali Hugo, Montale, Pavese, vari testi di canzoni e di opere liriche, nonché di sceneggiature cinematografiche tratte dai film di Hollywood.

Il tutto è, ma solo in parte, dichiarato nella tabula gratulatoria e nella tabula mistificatoria che chiudono il testo, in cui Scurati confessa al lettore quale uso ha fatto di questi prestiti d'autore.

Tecnica senz'altro originale ma che potrebbe essere anche discutibile, senz'altro mai praticata precedentemente, o almeno mai così scopertamente.

In conclusione, un libro tutto da leggere, un libro che avvince, appassiona, coinvolge, incuriosisce e soprattutto fa discutere.


Una recensione di Rossella Maria Luisa Bartolucci



Recensioni ed articoli relativi a Antonio Scurati

(0) Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo - RECENSIONE
(1) Una storia romantica di Antonio Scurati - RECENSIONE

Recensioni ed articoli relativi a Rossella Maria Luisa Bartolucci

Nessun record trovato

Altre recensioni di Rossella Maria Luisa Bartolucci

Nessun record trovato

Altre recensioni:




-

dal 2009-02-01
VISITE: 28.732


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali