Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [16/10/2019] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    “Linee di Paesaggio” scadenza 2019-10-28    Concorso per artisti emergenti scadenza 2019-10-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
29 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
5 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Torch
di Debora Gatelli
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 92
Media 78.37 %



Ciao carissimo.
Non riesco a dormire….guarda un po’, mi avrai contagiata con la tua insonnia. Stasera abbiamo parlato per più di un’ora al telefono, ma come al solito non é abbastanza. Quando riaggancio la cornetta la mia mente va avanti a rimuginare su ciò che ci siamo detti; solo che stasera abbiamo parlato di una cosa molto seria e mentre cercavo invano di addormentarmi, mi sono venute in mente altre cose che avrei voluto dirti. Non potrei mai farcele stare in un SMS, così ho preso il primo foglio che ho trovato e mi sono messa a scriverti questa lettera, che in pratica é il prosieguo della telefonata.
Dunque, parlavamo del suicidio.
Io ti ho detto che la vita é come una candela, che quando é finita si spegne da sola. Tu hai risposto che però sei padrone della tua vita. E’ vero, ma fino a un certo punto. Se sei padrone della candela, dirai, sei anche padrone di decidere quando spegnerla…ma non é così semplice. Non stiamo parlando di una candela in una stanza vuota; tu sei una candela che ha il compito di illuminare gli oggetti che ha intorno. Se la spegni prima che sia finita, rimarrà della cera inutilizzata che avrebbe potuto far luce su tante cose. Non solo; ci sono persone che dalla tua luce prendono energia e ogni giorno possono contare sul fatto che la tua fiamma sia accesa. Spegnendoti tu, spegneresti anche una parte di loro.
Siamo tutti delle candele singole, ma la luce di una é legata a quella delle altre da un disegno complesso che non sempre ci é noto. Per questo quella che sembra essere una scelta che riguarda solo noi, a volte finisce invece per influire anche sugli altri. Non tutte le candele sono uguali, ce ne sono di lunghe e di più corte. Alcune bruciano in fretta, altre durano un’eternità. Ma non é un caso, ogni candela finisce in armonia con le altre, in modo che la stanza sia sempre illuminata.

So che capisci cosa voglio dire. La vita é un passaggio per giungere alla vita vera e propria - questo almeno é quello che credo io. E’ un passaggio, ma é un passaggio obbligato dove non sono ammesse scorciatoie e, anzi, la strada più difficile é spesso la più veloce. E’ vero, le prove e gli ostacoli non li possiamo scegliere noi, ma cercando di superarli accelereremo il passo. Se invece ce ne sottraiamo, prima o poi si ripresenteranno.
Non stancarti di vivere amico mio, avrai tutta l’eternità per essere morto. Adesso é il momento di essere vivo e, se ci pensi bene, in mezzo a tutti i guai, i dolori e le cose negative, troverai sempre almeno un motivo per il quale valga la pena di vivere.
Lo so che queste sono solo tante parole e che é facile parlare quando il problema é di qualcun altro. Forse non ti serviranno a niente, forse addirittura ti infastidiranno. Io però te le ho scritte, nella speranza che ti trasmettano l’affetto che sento nei tuoi confronti, quello stesso affetto che mi ha spinta a scriverti invece che a mettermi a dormire. So che non posso risolvere i tuoi dilemmi, ma so anche che se la situazione fosse rovesciata, tu avresti fatto più o meno come me. E questo é molto importante.
Sono contenta che ci sia anche la tua luce a illuminare la mia stanza e vorrei che fosse così fino all’ultima goccia di cera, non un minuto di meno!

A presto,
Debora

© Debora Gatelli



Recensioni ed articoli relativi a Debora Gatelli

Nessun record trovato

Testi di Debora Gatelli pubblicati su Progetto Babele

(1) Torch di Debora Gatelli - RACCONTO
(2) Net Web di Debora Gatelli - RACCONTO
(3) Epitaph di Debora Gatelli - RACCONTO
(4) Black Rose di Debora Gatelli - RACCONTO
(5) Erbacce di Debora Gatelli - RACCONTO
(6) Finta di niente di Debora Gatelli - RACCONTO
(7) Prima colazione di Debora Gatelli - RACCONTO
(8) Paperottolandia di Debora Gatelli - RACCONTO



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2010-06-10
VISITE: 444


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.