Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    [04/08/2021] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito    Poesie     Lontananza di Jacob Von bergstein     Cielo. di Antonio Parente     Angeli di Manny Mahmoud     Il prossimo della lista di Amedeo Bruni     L’ombra di me di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
8 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
52 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Fiore di vetro
di Stefano Massetani
Pubblicato su SITO


Giovane Holden Edizioni
Prezzo € 12,00 - 64 pp.
ISBN 9788863962123

Una recensione di Davide Cariola
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 1
Media 100 %



Fiore di vetro

Come l’amore imperfetto è il sentimento univoco, tendente ad idealizzare fino all’idolatria l’oggetto della propria passione, in Fiore di vetro c’è la conseguente presa di coscienza, spesso tardiva e talvolta tragica, dell’impossibilità di ricevere una quantità, anche minima, di amore da parte di chi ha assorbito completamente il nostro vivere quotidiano. (estratto da Fiore di vetro)

L’amarezza traspare da queste parole che riescono a concedere un piccolo assaggio di ciò che poi si potrà trovare all’interno della raccolta poetica. Evidentemente, l’amore è al centro di ognuno dei componimenti presentati dall’autore; non si tratta però di un sentimento trasportato dalle più gradevoli sensazioni di gioia, serenità e appagamento, sensazioni che solitamente vengono veicolate da un rapporto sano tra due persone. In questa circostanza salta all’occhio un amore imperfetto che accompagnato da tante sfaccettature differenti.

Il dolore provocato da una situazione che pare sul ciglio di un baratro profondissimo dal quale è impossibile risalire: 

Perché nel tuo sfaccendare compulsivo, / il tuo sguardo non incrocia mai il mio? / Osservo di nascosto i tuoi occhi, / e li vedo portare ancora tracce di quel mare, tempestoso e lontano, / spettatore di mille naufragi del mio orgoglio, / dove ancora resisto, / aggrappato al relitto di un amore che a stento galleggia ancora. (estratto da Fiore di vetro)

Come in molti altri casi, la persona che più si è prodigata per mantenere vivo il rapporto è anche la stessa che più subisce le conseguenze dell’abbandono e della conseguente speranza di un ritorno dell’amata. Componimenti come Ti aspetterò, Le parole non dette, Vuoto a perdere, manifestano in maniera evidente il senso della mancanza, dell’attesa che tale sensazione possa svanire perché provoca profonde ferite che l’occhio non vede, ma che è il cuore a percepire.

Sono giorni tristi quelli in cui mi rendo conto / di essere stato un vuoto a perdere. / Un contenitore d’amore, / usato e schiacciato tra le tue mani, / per poi esser gettato via, senza pietà, / nell’arida discarica del tuo cuore. (estratto da Fiore di vetro)

Inevitabilmente, l’assenza della donna amata e desiderata fa affiorare tutta una serie di immagini, ricordi di attimi felici o, semplicemente, di momenti trascorsi assieme, quando ancora l’amore sembrava almeno un’illusione. E, a questo proposito, principali colpevoli di queste reminiscenze sono i sogni e i ricordi che tappezzano i componimenti e creano le metafore più suggestive.

Tra le varie figure proposte spiccano quelle legate da una parte al tema marino e dall’altra alla strada. Nel primo caso possiamo dire che si tratta di parole e attimi che rimandano indubbiamente a ricordi radicati nella mente, ma, al tempo stesso, forse vogliono comunicare un messaggio malinconico: il mare che, per colpa delle sue onde, spazza via il ricordo della donna amata, simboleggiato dall’orma lasciata sulla sabbia, dalla materia che dovrebbe in qualche modo congelare un rapporto che, tuttavia, è stato travolto da un mare inclemente. Per quanto concerne la strada, l’autore è in cerca della propria, del percorso più rapido per rialzarsi, per riappropriarsi della propria anima, benché la speranza sia legata indissolubilmente a un ricongiungimento con la donna amata, un’altra possibilità, un bivio che possa riportare le loro strade, ora distinte, su un’unica retta.

Continuo a stento il mio viaggio, / fermandomi a dissetarmi in specchi d’acqua pura, / tentando di scacciare la sete d’averti persa. (estratto da Fiore di vetro)

In più di un’occasione il malessere dovuto all’abbandono si sprigiona grazie al pianto. All’interno dei versi, il tema viene trattato a più riprese, finché l’autore giunge al punto in cui non ha più lacrime da versare; reso apparentemente immune al dolore provato, la sua rigenerazione parte proprio dalla consapevolezza che, ad un certo punto, bisogna sapersi lasciare alle spalle ciò che più danneggia l’anima e il cuore per poter provare a ripartire.

Non piango più, / perché ormai mi sono reso immune, da quel tuo infido veleno, / che mi hai iniettato poco a poco, / e che ha rischiato di uccidermi l’anima. / Non piango più, / col cuore stretto da uno spago in una valigia di cartone. / Sordo al canto delle tue sirene, / lascio alle spalle un mondo che più non mi appartiene. (estratto da Fiore di vetro)

Per concludere, la silloge poetica presenta il tema dell’amore nel suo lato più malinconico e pessimista. Qui non troverete riferimenti all’amore che sboccia, ma alla sua deriva e ai sentimenti che questa comporta nella persona che, nonostante tutto, è ancora innamorata. Attraverso componimenti ben ideati, puntellati qua e là da immagini evocative, l’autore apre il suo cuore al lettore e lo accompagna lungo l’arduo e irto percorso che lo conduce all’inferno e, faticosamente, lo fa passare oltre, sino a una nuova vita da scoprire.


Una recensione di Davide Cariola






Recensioni ed articoli relativi a Stefano Massetani

(1) Fiore di vetro di Stefano Massetani - RECENSIONE

Testi di Stefano Massetani pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Davide Cariola

(1) Sui passi per non rimanere di Alessandro Assiri e Chiara De Luca- Il Parere di PB
(2) Le imperfezioni dell’anima di Vincenzo Russo- Il Parere di PB
(3) Canti Metropolitani di Rossella Luongo- Il Parere di PB
(4) Pausando di Roberto Mauro- Il Parere di PB


 

Altre recensioni:






-

dal 2020-10-19
VISITE: 66


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali