Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Progetto Babele: Collaboratori cercasi! (21/05/2024)    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    [22/05/2024] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Città di Cava de’ Tirreni scadenza 2024-05-24    Lago Gerundo scadenza 2024-05-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    JAZZINSIEME 2024 PORDENONE SI TINGE DI JAZZ - JAZZINSIEME 2024 Dal 23 Maggio al 2 Giugno il centro di Pordenone, special guest l'inedito trio Calderazzo, Patitucci, Weckl (EVENTO 2024-06-02)    Io, Vincent Van Gogh - Presentazione del nuovo libri di Corrado D'Elia (PRESENTAZIONE 2024-05-22)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani     Rasella: storia di una bomba di Chiara Castagna    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio     Il paese invisibile e il passo per inventarlo di Roberto Marcòni: un percorso attraverso lo spirito del paesaggio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
17 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
5 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
14 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Il bacio di Kate Chopin
traduzione di Tania Ianni
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 21671
Media 80.04%



Era ancora abbastanza chiaro all’esterno, ma dentro con le tende tirate ed il fuoco che covando sotto la cenere inviava un bagliore fioco ed indistinto, la stanza era piena di ombre profonde.
Brantain sedeva in una di queste ombre; lo aveva superato e a lui ciò non importava. L’oscurità gli prestava il coraggio di tenere gli occhi puntati tanto ardentemente come piaceva a lui sulla ragazza che era seduta alla luce del fuoco.
Lei era molto bella, con un certo colorito fine e ricco che appartiene al tipo bruno in salute.
Lei era abbastanza composta, mentre lei pigramente accarezzava la pelliccia satinata del gatto che giaceva arricciato nel suo grembo, e occasionalmente lei inviava una lenta occhiata all’ombra in cui sedeva il suo compagno. Stavano parlando a bassa voce, di cose indifferenti che chiaramente non erano le cose che occupavano i loro pensieri. Lei sapeva che lui la amava- un tipo franco che protestava senza abbastanza astuzia per nascondere i suoi sentimenti, e alcun desiderio di farlo. Per le due settimane precedenti lui aveva cercato la sua compagnia ansiosamente e continuamente. Lei stava con sicurezza aspettando che lui si dichiarasse e lei intendeva accettarlo.
Il piuttosto insignificante e non attraente Brantain era enormemente ricco; a lei piaceva e richiedeva all’entourage quale ricchezza potesse darle.
Durante una delle pause tra la loro conversazione dell’ ultimo te, e la successiva accoglienza la porta si aprì e entrò un giovane uomo che Brantain conosceva abbastanza bene. La ragazza voltò il viso verso di lui. Una falcata o due lo condussero al fianco di lei, e curvandosi sulla sua sedia- - prima che lei potesse sospettare la sua intenzione, perché lei non capì che lui non aveva visto il suo
visitatore—lui le premette un bacio ardente, persistente sulle labbra.
Brantain lentamente emerse; altrettanto fece la ragazza, ma rapidamente, ed il nuovo arrivato era ritto tra di loro, un poco di divertimento e qualche sfida che lottavano con la confusione sul suo volto.
“ Credo”, balbettò Brantain, “ Vedo che sono rimasto troppo a lungo. Io –Io non avevo idea- cioè, devo augurarvi arrivederci”. Stava stringendo il suo cappello con entrambe le mani, e probabilmente non percepiva che lei stava tendendo la mano verso di lui, la sua presenza di spirito non la aveva completamente abbandonata; ,ma lei non poté aver fiducia in se stessa per parlare.
“ Appendetemi se lo vedessi seduto lì, Nattie! So che è molto difficile per voi. Ma spero che mi perdonerete questa—questa vera prima pausa. Perché, quale è il problema?”
“ Non toccatemi; non venite vicino a me” ricambiò arrabbiata “ Cosa significa entrare in casa senza suonare?”
“ Sono entrato con vostro fratello, come faccio spesso”, rispose freddamente, come auto giustificazione “ Siamo entrati dalla porta laterale. Lui è salito di sopra ed io sono entrato qui sperando di trovarvi .La spiegazione è abbastanza semplice e dovrebbe soddisfarvi che la disavventura era inevitabile. Ma di che mi perdonate, Nathalie”, egli implorò, ammorbidendosi.
“ Perdonarvi! Non sapete di cosa state parlando. Fatemi passare. Dipende da – un affare se mai vi perdonerò.”
In quel successivo ricevimento in cui lei e Brantain stavano parlando lei si avvicinò al giovane con una franchezza di modi quando lo vide lì.
“ Mi permettete di parlarvi un momento o due, Mr Brantain?” chiese lei con un sorriso accattivante ma inquieto. Lui sembrava estremamente infelice; ma quando lei prese il suo braccio e camminò via con lui, cercando un angolo appartato, un raggio di speranza si mischiò con la miseria quasi comica della sua espressione. Lei era apparentemente molto franca.
“ Forse non avrei dovuto cercare questo incontro, Mr Brantain; ma—ma, oh, sono stata molto a disagio, quasi infelice dal quel piccolo incontro l’altro pomeriggio. Quando ho pensato a come avreste potuto interpretarlo male, e creduto cose—la speranza stava chiaramente guadagnando ascendenza sulla miseria sul viso tondo e senza astuzia di Brantain-- “ Naturalmente, so che è nulla per voi, ma per il mio bene voglio che capiate che Mr. Harvy è un intimo amico di lunga data. Perché siamo sempre stati come cugini—come fratello e sorella, potrei dire. E’ il più intimo socio di mio fratello e spesso ha voglia di essere intitolato agli stessi privilegi della famiglia.Oh, so che è assurdo, fuori luogo, dirvi ciò; indegno persino; “ stava quasi piangendo”ma fa così tanta differenza per me quello che ne pensate- di me. “ La sua voce era diventata molto bassa e agitata. La miseria era totalmente scomparsa dal viso di Brantain.
“ Allora davvero ha importanza per voi quello che penso, Miss Nathalie? Posso chiamarvi Miss Nathalie?”. Voltarono in un lungo buio corridoio su ogni lato del quale vi erano file di alte e
aggraziate piante. Camminarono lentamente fino alla fine di esso. Quando si voltarono per ritornare sui loro passi il viso di Brantain era raggiante ed il suo era trionfante.

* * *

Harvy era tra gli ospiti al matrimonio; e lui la andò a cercare in un raro momento in cui era da sola .
“Vostro marito”, disse, sorridendo, “ mi ha mandato a baciarvi.”
Un rapido rossore tinse il suo viso e attorno all’impeccabile gola.” Suppongo sia naturale per un uomo sentire ed agire generosamente in un occasione di questo tipo. Lui mi dice che non vuole che il suo matrimonio interrompa totalmente quella piacevole intimità che è esistita tra me e voi. Non so cosa voi gli abbiate detto “ con un sorriso insolente”ma mi ha inviato qui a baciarvi”.
Lei si sentiva come un giocatore di scacchi che con l’ingegnoso maneggiare dei propri pezzi, veda il gioco prendere il corso desiderato. I suoi occhi erano vivaci e teneri con un sorriso quando guardarono i suoi; e le sue labbra sembravano affamate per il bacio cui invitavano.
“ Ma , sapete”, continuò tranquillamente, “ Non gli ho detto ciò, sarebbe sembrato ingrato, ma posso dirvi, che ho smesso di baciare le donne; è pericoloso.”
Bene, aveva Brantain e il suo milione partì. Una persona non può avere tutto al mondo; ed era un po’ eccessivo per lei aspettarselo.

© Kate Chopin
Traduzione a cura di Tania Ianni







Recensioni ed articoli relativi a Kate Chopin

(0) Il "Risveglio" in Kate Chopin a cura di Lara Scifoni - ARTICOLO
(1) Il bacio di Kate Chopin trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE

Recensioni ed articoli relativi a Tania Ianni

Nessun record trovato

Testi di Tania Ianni pubblicati su Progetto Babele

(1) La famiglia Manzoni di Natalia Ginzburg - RECENSIONE
(2) Le piccole virtù di Natalia Ginzburg - RECENSIONE
(3) La camera azzurra di Georges Simenon - RECENSIONE
(4) Deledda,Grazia(1871-1936) a cura di Tania Ianni - BIOGRAFIA
(5) Il cavaliere doppio di Théophile Gautier trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(6) Il piano di Dorothy Canfield trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(7) Un ventaglio di autunno di Sui Sin Far (1865-1914) trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(8) L'amore non basta mai di Jennifer Vandever - RECENSIONE
(9) un giorno perfetto di Melania G. Mazzucco - RECENSIONE
(10) E' una lunga storia di Günter Grass - RECENSIONE


>>ARCHIVIO TRADUZIONI

>>GLI AUDIOLIBRI DI PB





-

dal 2007-11-15
VISITE: 55.787


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali