Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [12/12/2019] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Festival Nazionale di Poesia per e dei Bambini scadenza 2019-12-14    La diversità dell'Italia scadenza 2019-12-20    Concorso Letterario Tre Colori scadenza 2019-12-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Arretrati
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
30 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Don Adalgiso e Fantasima Saracina
di Enzo Randazzo
Pubblicato su SITO


ROMANZO
Gianni Iuculano Editore 2005
190 pp.

ISBN
Una recensione di Carlo Santulli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 30
Media 77.33 %


Don Adalgiso e Fantasima Saracina

In una Sicilia profonda dove il mito non è dissociato dalla storia, si svolge la storia d'amore (ma sarebbe più giusto dire di sesso e di passione) tra due fantasme (anzi fantasime, e mai il termine secentesco è apparso più vivo) e due sacerdoti della chiesa locale, Adalgiso e Malachia. La cosa prosegue, in un'atmosfera sensuale, ma non volgare, fino all'arrivo del vescovo ed oltre, tra strapazzamenti, pentimenti, cilecche (proprio in quel senso) e così via, passando per una baldoria carnascialesca assolutamente appropriata e centrale al racconto. Ed è scontato immaginare che non finirà com'è iniziata. O forse sì? Nulla è in fondo più conservatore dell'amore tra un uomo e una donna.
Non conoscevo la prosa di Enzo Randazzo, e devo dire, a giudicare da questo "Don Adalgiso e Fantasima Saracina", che la resa della parola nella pagina è ottima, vi si trovano tracce di una raffinata cultura, ed a volte attenzione nel disegno di alcuni personaggi, come in particolare Adalgiso, il prete che disdegna la mediocrità (come biasimarlo?) ed aspira all'illusione dell'immortalità, ed il combattivo, ma anche comprensivo (o forse tirato per la collottola), monsignor Petrone, tornato di Terrasanta.
Questo è il bene della storia: la ricchezza delle descrizioni delle chiese e degli ambienti, dei carri allegorici, del paese immerso nel sole, o nel temporale (che in modo molto ottocentesco, prelude ad un'eventuale, o solo rimandata, svolta del dramma), lo stile sempre forbito, anche se all'occorrenza sanguigno, ha motivi di fascino in più di un'occasione: e vedere la rovina della Chiesa attraverso il suo cuore, che ha pareti di fichidindia marce, come dice appunto Adalgiso, ha un accento profetico che non si trova in molti romanzi odierni, ad essere onesti.
Il problema è però: perché l'autore ci racconta questo? Che cosa ci vuole indicare? Che il celibato ecclesiastico sia un'istituzione destinata a sparire, o meglio a diventare opzionale, non ho, anche da credente, troppi dubbi, anche se non credo che sarà l'arrivo delle fantasime ad accelerare la cosa (scherzo naturalmente). Ma non credo che alla fin fine sia questo il cuore del discorso dell'autore: penso, anzi forse temo, che il romanzo si sia costruito quasi per accumulazione, e un po' per forza propria. Me lo dice una certa qual riluttanza a dare delle personalità alle donne (sia pure fantasime, ma anche la giovane perpetua Crocifissa non è da meno, almeno in pectore) che prescindano dal fare, offrire, richiedere, o almeno desiderare o promettere sesso. E sono donne sensuali, provocanti, eccitanti, senza soluzione di continuità (anche Liliana, l'avvocato, che ad un certo punto si trova ad implorare il perdono per Don Adalgiso ed il suo sacrestano Onofrio). Perché anche il vescovo, forse, potendo…

Benissimo: forse per la letteratura è marginale fare poco o tanto sesso (o parlarne tanto o poco), ma è funzionale ad un tipo di storia in cui l'atto sessuale è al centro di qualunque discorso, azione, pensiero, ed è descritto con precisione di termini andrologici e ginecologici (anche con fantasia, se vogliamo, perché la ripetitività è sempre in agguato, se non ci si attiene un po' di sentimenti, oltre che agli atti). Nelle parole di Lando Buzzanca (un raro esempio di prefazione entusiasta: ne leggo spesso di dotte, di documentate, di filosofiche, di analitiche, ma poche, come questa, realmente "perse" per il racconto e per l'autore) è una storia moderna (ci mancherebbe) e spregiudicata (ovviamente). Non so, ma se la spregiudicatezza nasce dal fatto che dei sacerdoti si diano da fare a letto, c'è qualcosa come di déjà vu, che l'indubbia abilità e l'eleganza stilistica dell'autore non vale a mascherare. Altra spregiudicatezza, francamente, non ne vedo: siamo sempre a Bacco, tabacco e Venere… (al posto di "uomo", se volete, mettete "prete").
Beh, chiudo qui, perché temo di star diventando bacchettone… O forse è che non ho più l'età di andarmi a leggere le pagine spinte. Comunque, per chi interessa, ce ne sono parecchie.

Recensione di Carlo Santulli






Recensioni ed articoli relativi a Enzo Randazzo

(1) Don Adalgiso e Fantasima Saracina di Enzo Randazzo- Il Parere di PB

Testi di Enzo Randazzo pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) La qualità dei sentimenti di Giampaolo Giampaoli - RECENSIONE
(2) Quei gran pezzi dell'Emilia Romagna di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - RECENSIONE
(3) Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi- Il Parere di PB
(4) La gallina volante di Paola Mastrocola- Il Parere di PB
(5) Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti- Il Parere di PB
(6) Operazione Arca di Noè di Andrea Coco- Il Parere di PB
(7) Il castello incantato di Emiliano Grisostolo- Il Parere di PB
(8) Cassandra di Laura De Santis- Il Parere di PB
(9) Cuore e acciaio - estetica dell'animazione giapponese di Marcello Ghilardi- Il Parere di PB
(10) La nascita della bellezza - da Bruegel a Basquiat ritratti di un mondo segreto di Maria Grazia Mezzadri Cofano- Il Parere di PB
(11) Sia fatta la tua comicità. Paradise strips di Pietro Pancamo- Il Parere di PB
(12) Le parole e la pietra di Fabio Clerici- Il Parere di PB
(13) I traditi di cefalonia - la vicenda della divisione Acqui 1943-1944 di Paolo Paoletti- Il Parere di PB
(14) Alloggio vista mare di Cesarina Bo- Il Parere di PB
(15) Geules Noires (Musi Neri) di Monica Ferretti- Il Parere di PB
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:





-

dal
VISITE: 7286


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.