Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [13/08/2022] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     


Panni sporchi
di David Lodge


a cura di Claudio Palmieri

Editore: Bompiani
Anno: 2000
Pagine: 138
Costo: Euro 11.88
ISBN 8845246590


Di solito si legge di commedie tratte da romanzi in questo caso invece il testo di cui sto per parlarvi e' la trasposizione letteraria di una rappresentazione teatrale.
Infatti, Panni Sporchi di David Lodge (titolo originale Home Truths) era una commedia scritta dallo stesso Lodge e rappresentata nel 1998 che l'autore ha in seguito riportato in un romanzo. Lodge ha rispettato fedelmente il copione originale aggiungendo solo una piccola parte nel capitolo finale. Per questo, la natura originale di testo teatrale si ritrova nello stile del romanzo che e' quasi interamente basato sui dialoghi e nel quale i tempi, le entrate e le uscite di scena dei personaggi sono caratteristici di una piece teatrale.

Il romanzo si svolge quasi interamente in casa dei coniugi Adrian ed Eleanor Ludlow ed inizia una Domenica mattina con la lettura dei giornali. In particolare Eleanor, sfogliando la pila di inserti dell'edizione domenicale del Sentinel incappa in un'intervista che la giornalista Fanny Tarrant ha fatto al loro amico e scrittore di testi per la televisione Samuel Sharp.
La Tarrant e' una di quelle giornaliste a cui piace strapazzare i personaggi famosi evidenziadone le meschinita' ed i punti deboli; anche l'articolo che lei ha scritto su Samuel Sharp non e' affatto un ritratto lusinghiero.
Nel bel mezzo della lettura dell'articolo, che Eleanor sta facendo ad alta voce per Adrian, a casa dei Ludlow arriva inaspettato Samuel Sharp che dice di aver voluto fare una sosta mentre era sulla via per l'aeroporto di Gatwich dove sarebbe partito per un viaggio negli States. Samuel e' chiaramente furioso per il contenuto dell'articolo. La giornalista, che lui in una delle sue piu' gentili definizioni descrive come: "una

ragazza dell'Essex piena di boria", lo ha descritto come: un tipo vanesio e maschilista, un autore sforna copioni che sta sprecando il suo talento.
Cosi' dopo una discussione con i suoi amici, Samuel trama con Adrian, suo vecchio compagno di college e scrittore di romanzi in pensione, una vendetta verso la perfida Fanny Tarrant. Il resto mi astengo dal raccontarlo per lasciare al lettore il gusto di scoprire il dipanarsi della storia. Mi limito solo ad aggiungere qualcosa sul titolo: quello originale, Home Truths, indica "un'allusione che ferisce una persona nel suo punto debole". In italiano il titolo Panni Sporchi non rende lo stesso significato, ma e' riferito a qualcosa che e' celato nel passato comune dei protagonisti. Ora pero', nessun altro indizio!

Il romanzo e' scritto con la bravura e l'umorismo intelligente di Lodge. Il testo, che riserva delle trovate umoristiche e dei colpi di scena molto efficaci, parla di gente che scrive per professione e di come le immagini pubbliche di tali personaggi possano essere idealizzate e lontane dalla realta' che e' sempre piu' cruda e meschina. Questo romanzo pero' offre qualcosa in piu' che la semplice narrazione: personalmente ritengo che sia un romanzo utile agli scrittori in erba. Credo, infatti, che possa essere considerato una buona palestra per chi vuol imparare a scrivere dei buoni dialoghi e rappresenti un buon esempio per osservare i tempi della narrazione e l'efficacia dei colpi di scena. La sua brevita' e la sua origine in un testo teatrale rende queste caratteristiche piu' evidenti e quindi piu' facili da individuare.

In conclusione Panni Sporchi e' un romanzo semplice, che si legge facilmente in poche ore, che diverte e che, per chi vuol guardare oltre la storia narrata, puo' essere un utile testo sul "Mestiere di scrivere".

Una curiosita':
Nell'edizione Bompiani, nel risvolto della prima di copertina, si riporta come di consuetudine un breve sunto della storia di cui il romanzo tratta. Bene, in tale pezzo i nomi dei due protagonisti maschili, Samuel ed Adrian, sono scambiati. Un semplice lapsus o una lettura troppo frettolosa delle bozze?

Claudio Palmieri, Maggio 2002
cpalmieri@progettobabele.it


L'incipit

Il villino si trova isolato alla fine di una strada carrareccia, solcata da tracce di ruote, che , dividendosi dalla via principale, conduce verso il villaggio che dista un miglio.

 


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali