Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    Il foglio letterario. PROGRAMMA 23 Maggio – 11 Giugno (23/05/2023)    [15/04/2024] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Il Miglior Racconto Fantastico scadenza 2024-04-15    Concorso Letterario Thriller Café scadenza 2024-04-28    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Orizzonti d'Arte - Bi-Personale delle Artiste Giuliana Griselli e Maria Pia Mucci (EVENTO 2024-04-27)    Padova, al via l’Aperyshow: attese centomila presenze per il charity event - L’evento di solidarietà più famoso d’Italia torna dal 24 al 28 aprile con un’edizione spettacolare ad Arsego, nel Padovano: oltre 300 artisti nazional (EVENTO 2024-04-28)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Rasella: storia di una bomba di Chiara Castagna    La famiglia Manzoni di Natalia Ginzburg     Prossimità e lontananza di Elio Scarciglia    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Il paese invisibile e il passo per inventarlo di Roberto Marcòni: un percorso attraverso lo spirito del paesaggio     Ardengo Soffici e il Fascismo     Ezra Pound: una breve nota     La poesia patriottica nel Romanticismo italiano     L’immanenza dell’incarnazione nella poesia di Mario Luzi    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
14 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
7 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
26 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.
di Stefano Caranti
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 360
Media 79.47%



Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.

VIDEOPOESIA:
L’INNOVATIVO MODO DI COMUNICARE LA FORZA POETICA NEL MONDO CONTEMPORANEO.

La mia passione per la poesia si è manifestata da diversi anni, sempre più consolidata grazie alle persone che hanno creduto in me, stimolato a continuare dalla voglia di condividere l’universo di emozioni e sensazioni che ci avvolgono ogni giorno.
Sono stato sempre curioso del mondo, dei suoi equilibri, e proprio dalla sua osservazione mi ero domandato quale ricetta esistesse per far diventare qualcosa di poetico, scoprendo poi con il tempo che non esisteva nessuna ricetta ma siamo noi che facciamo diventare un cosa “poetica”, dipende in che modo la osserviamo se sapremo guardarla con meraviglia.
E proprio per questo motivo iniziai a guardare il mondo con  occhi diversi e decisi di creare e  chiamare il mio sito personale i nuovi orizzonti, e con il desiderio di dare indizi per trovare quel tesoro che si chiama vita, ho intitolato la mia opera prima “Cercatori d’albe”, trovando la forza, il coraggio di svestirmi dai condizionamenti, dai pregiudizi e dall’indifferenza,  quel  mettermi in gioco in una società dove la sensibilità sembra essere un difetto.
Da quel giorno, la gente sembrava diversa, più aperta, più libera, più leggera, trovava con più facilità il modo di condividere i loro pensieri, le emozioni.
Avevo la netta sensazione di aver trovato una nuova chiave di lettura e spinto dalla voglia di sperimentare, incoraggiato a continuare questo mio percorso, iniziai ad accostare alle parole le immagini e successivamente la musica.
Presi un paio di mie poesie che avevo scritto e iniziai l’accostamento con qualche ripresa video ed immagini, poi un brano musicale che avevo opportunamente selezionato; il risultato era straordinario, una potenza emozionale nuova, fresca, pronta da condividere con le persone.

E così con un piccolo banco, un computer e videoproiettore andai ad una festa paesana e iniziai a proiettare la mia prima videopoesia, e osservavo la gente molto curiosa che si fermava, leggeva le parole, guardava le immagini e ascoltava la musica, piaceva !  
Ero riuscito nei miei due  intenti:  portare la poesia in una forma nuova e tra la gente.
Io penso che anche le persone che non scrivono di poesia sono sicuramente in grado di apprezzarla e sono sicuramente tutte in grado di avvicinarsi a qualcosa di molto elevato per farci sentire vivi nella vita, ciò non richiede necessariamente una formazione letteraria ma l’attitudine ad ascoltare ed ascoltarsi, essa appartiene a tutti noi, è in noi.

Nelle videopoesie ognuno di noi si rispecchierà in certi stati d’animo, interpreterà la poesia in maniera diversa da un altro, in relazione al proprio vissuto, ma la sua magia sta proprio in questo.
Per via del loro suono, le parole possono essere usate come strumenti musicali, oltre al significato, hanno caratteristiche fisiche che vengono colte dai nostri sensi direttamente o indirettamente.
Possiamo immaginare quattro scale: per quanto riguarda le parole quella “del significato”, “della fisicità”, poi le scale della “visione” e della “musicalità”, ecco la nuova frontiera della multisensorialità, una nuova forma espressiva per rafforzare le percezioni derivanti dall'integrazione di parole, immagini e musica con l’ausilio delle tecnologie informatiche.

Usando tutte le scale, i linguaggi, sebbene contrastanti, si fondono, dando alla poesia un messaggio ulteriore, aprono nuove porte alla mente, la videopoesia ci ricorda che ogni cosa è unica, se riusciamo a guardare con meraviglia ciò che è intorno a noi, non colpisce solo i nostri sensi è SENSAZIONE + EMOZIONE.
Le immagini vengono conservate anche se  noi ce ne dimentichiamo e così le immagini se ne stanno li e aspettano, aspettano che qualcuno le risvegli.
Se sono rimaste li è perché anch’esse sono legate a un’emozione se così fosse così non sarebbero mai entrate nel “magazzino della memoria”.
La poesia non è solo un collage di immagini risvegliate, ma ci propone un’immagine sua, limitandosi a darci le indicazioni per costruirla, con le immagini che già conosciamo e con la fantasia, per inventare cose che non conosciamo, o che non esistono, a partire da cose conosciute.
In questo modo prenderemo vari pezzi delle immagini e mescolandole e montandole con la fantasia secondo le “istruzioni” delle parole vedremo finalmente la nostra immagine che sarà diversa per ciascuno di noi:

MEMORIA + FANTASIA + “ISTRUZIONI” DELLA POESIA” =
NUOVA IMMAGINE

Le immagini poetiche parlano al cuore e all’emisfero destro, dove risiedono quelle risorse profonde che conducono all’equilibrio e l’avvicinamento tra corpo e mente.
I miracoli che non trovano spazio nella vita quotidiana, le illuminazioni che non giungono nel momento del bisogno e il coraggio che non risponde all’appello disperato della ragione, sono invece sempre disponibili a colui che si fa poeta e che della videopoesia fa il suo personale linguaggio d’anima. La mente umana contiene una funzione poetica in grado di dare voce all’inesprimibile.

Il poeta prende l’energia dalla luce delle realtà per restituirla rinnovata, la poesia è fondamentale anche nella sua apparente “inutilità” per ricordarci che la vita è unica e irripetibile.
Il poeta è un viaggiatore del tempo con un solo bagaglio essenziale, il proprio cuore, come fonte indispensabile per descrivere il momento dell’essere quì, ora.

La straordinaria forza della video poesia, è la chiave d’accesso all’inesprimibile, spalanca le porte alla creatività, è un’esperienza di confine tra due realtà, è trovare il sentimento proprio negli altri, è condivisione, è leggerezza, ascolto, è condividere e vedere il mondo attorno a noi con occhi diversi, è libertà, è costruzione, risveglio interiore, trasformazione, rinnovamento.

SITO WEB PERSONALE: www.inuoviorizzonti.it

A cura di Stefano Caranti



Recensioni ed articoli relativi a Stefano Caranti

Nessun record trovato

Testi di Stefano Caranti pubblicati su Progetto Babele

(1) Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo. a cura di Stefano Caranti - ARTICOLO


>>ARCHIVIO ARTICOLI

> >>Inserimenti precedenti al 2007
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB







-

dal 2014-07-08
VISITE: 3.469


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali