Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Progetto Babele: Collaboratori cercasi! (21/05/2024)    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    [22/05/2024] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Città di Cava de’ Tirreni scadenza 2024-05-24    Lago Gerundo scadenza 2024-05-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    JAZZINSIEME 2024 PORDENONE SI TINGE DI JAZZ - JAZZINSIEME 2024 Dal 23 Maggio al 2 Giugno il centro di Pordenone, special guest l'inedito trio Calderazzo, Patitucci, Weckl (EVENTO 2024-06-02)    Io, Vincent Van Gogh - Presentazione del nuovo libri di Corrado D'Elia (PRESENTAZIONE 2024-05-22)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani     Rasella: storia di una bomba di Chiara Castagna    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio     Il paese invisibile e il passo per inventarlo di Roberto Marcòni: un percorso attraverso lo spirito del paesaggio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus

Le Vendicatrici
Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
17 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
5 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
14 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

La romanità nell’Asia Minore: l’esempio di Aspendos
di Riccardo Renzi
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 5
Media 78%



La romanità nell’Asia Minore: l’esempio di Aspendos

In pochi sono a conoscenza del fatto che il teatro romano meglio conservato al mondo non si trovi in Italia, ma in Turchia, precisamente ad Aspendos, città di origine ittita a circa 40 km a est della moderna città di Antaly. Nel dei secoli passò rapidamente prima sotto al dominio persiano, poi a quello ateniese, successivamente fu una florida città dell’impero di Alessandro Magno e infine raggiunse il suo massimo splendore passando sotto le dominazioni dei Tolomei e degli Attalidi ed infine, alla morte di Attalo III, sotto i Romani. Nel 190 a.C. la Città si arrese ai Romani, successivamente il magistrato corrotto Verre la depredò dei suoi tesori e per tale motivo fu accusato nel 70 a.C. da Cicerone nelle Verrine. Durante l'occupazione romana, continuò a crescere, riprendendo quello sviluppo urbano che si era visto solo sotto gli attalidi e in breve tempo furono eretti centinaia di monumenti e divenne un importante centro commerciale, in particolar modo per quanto concerne: sale, olio, grano, lana, vino e cavalli. Fu proprio in questa temperie culturale ed economica che sorse il grande teatro di Aspendos. 

Il primo teatro però non fu costruito in epoca romana, ma nel IV secolo a.C. a spese di A. Curzio Crispino Arrunziano e di A. Curzio Auspicato Titinniano (C. I. L., iii, 231 a-B; C. I. G., 4342 d; e 4342 d 2-3-4) e doveva avere circa 7000 posti. Questo venne rifatto, essendoci stato un forte incremento demografico, sotto all’imperatore Antonino Pio, precisamente 155 d.C. dall'architetto Zenon greco, natio della Città. Il nuovo teatro conteneva più di 15000 posti a sedere, uno dei più grandi dell’epoca. 

Il teatro, assieme alla Città, iniziò ad andare in declino a partire dalla fine del IV secolo d.C. e continuò questa sua decadenza per tutto il periodo bizantino. Paradossalmente si riprese e tornò a crescere sotto il dominio turco e il teatro, seppur riadattato, ricominciò ad essere utilizzato. Fu la dinastia dei Selgiuchidi (trae il suo nome da Seljuk, morto intorno all'anno 1000) che iniziò ad utilizzarlo come caravanserraglio (Il caravanserraglio era un edificio costituito in genere da un muro che racchiudeva un ampio cortile ed un porticato, che veniva usato per la sosta delle carovane che attraversavano il deserto, ma che poteva anche includere stanze per i viandanti) e nel XIII secolo fu trasformato in palcoscenico dai Selgiuchidi di Rum. Questi lo modificarono parzialmente andando a rialzare il palcoscenico. Il fatto che tale teatro sia rimasto perfettamente integro nel corso dei secoli, è dovuto al suo utilizzo continuo, infatti si continuò ad utilizzarlo per tutta l’epoca moderna e contemporanea, basti pensare che rimase in uso sino a pochi anni or sono, sino a quando ci si rese conto che l’allestimento di moderno materiale teatrale andava a provocare danni alla struttura.

Riguardo il teatro esiste anche una nota leggenda concernente il re Aspendos. Egli aveva una figlia bellissima. Il re promise la mano della figlia a chi avesse realizzato i servizi architettonici più utili alla città. Dopo che ebbero ascoltato questo regale annuncio, due gemelli, di mestiere architetti, costruirono due edifici magnifici. Il primo costruì il magnifico acquedotto che un tempo attraversava la Città e che era in grado di tutta la popolazione, il secondo invece il teatro di Aspendos. Il re appena vide l’acquedotto, decise di far sposare la figlia con il primo gemello. Però la figlia, che amava l’arte teatrale, portò il padre a vedere nuovamente il teatro. Il re iniziò così ad essere indeciso e volle coinvolgere anche il popolo nella dura votazione, ma anche quest’ultimo si divise. Perciò il re escogitò uno stratagemma, davanti al popolo disse di voler dividere la figlia in due, in modo da accontentare entrambi i pretendenti. A questo punto l’architetto del teatro rinunciò a sposarla, il re capì così che l’architetto del teatro l’amava realmente e gliela concesse in matrimonio. 

La leggenda come si può desumere assomiglia molto in conclusione al Giudizio di Salomone, entrambe sono dello stesso periodo, poiché questa si riferisce all’antico teatro e non a quello romano, resta dunque da capire quale leggenda sia nata prima. 

 

Bibliografia

R. Syme, Anatolica. Studies on Strabo, a cura di Anthony R. Birley, Oxford, Clarendon Press, 1995;
G. Bejor, M.T. Grassi, S. Maggi, F. Slavazzi - Arte e archeologia delle Province romane, Milano, Mondadori, 2011;
P. Gros, Le province orientali. Realtà e ideologia dell'urbanistica romana, in (a cura di Pierre Gros, Mario Torelli), Storia dell'urbanistica. Il mondo romano, Nuova edizione, Roma-Bari, Laterza, 2007;
D. De Bernardi Ferrero, Teatri classici in Asia minore, vol. 3, Roma, L'Erma di Bretschneider, 1970;
Aspendos, in Enciclopedia Britannica, <https://www.britannica.com/place/Aspendus>;
F. Camia, Roma e le poleis: l'intervento di Roma nelle controversie territoriali tra le comunità greche di Grecia e d'Asia Minore nel secondo secolo a.C.: le testimonianze epigrafiche, Atene, Saia, 2009;
K. Marek, Ponto e Bitinia: una provincia romana in Asia Minore, Milano, Mondadori, 2014.

[1] Istruttore direttivo presso Biblioteca civica “Romolo Spezioli” di Fermo.

A cura di Riccardo Renzi



Recensioni ed articoli relativi a Riccardo Renzi

(0) On the road: per una fuga dalla realtà a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO

Testi di Riccardo Renzi pubblicati su Progetto Babele

(1) Prossimità e lontananza di Elio Scarciglia - RECENSIONE
(2) Vampiri: una storia senza fine a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(3) La romanità nell’Asia Minore: l’esempio di Aspendos a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(4) Il paese invisibile e il passo per inventarlo di Roberto Marcòni: un percorso attraverso lo spirito del paesaggio a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(5) I romani alla scoperta dell'America a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(6) Una riflessione sullo spettacolo di Diego Mecenero: la Marca tra folklore e leggende a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(7) Ezra Pound: una breve nota a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(8) Osvaldo Licini: la sua terra, la malinconia e la follia a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(9) Ardengo Soffici e il Fascismo a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(10) Trilussa: il vernacolo come mezzo di espressione a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO


>>ARCHIVIO ARTICOLI

> >>Inserimenti precedenti al 2007
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB







-

dal 2023-08-19
VISITE: 95


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali