Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    Neil Gaiman: Storie Perdute (Prorogato al 31 Dicembre) (09/12/2020)    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    [11/04/2021] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Jean De La Fontaine: Fiabe, Favole, Poesie, Racconti Brevi dedicati agli animali scadenza 2021-04-12    Memorial Giovanni Leone - I valori della famiglia scadenza 2021-04-15    Concorso Lucetto e Pietro Ramella scadenza 2021-04-15    Coprifuoco scadenza 2021-04-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 06 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Rintocchi di clessidra di Alessandro Del Gaudio     Volevo essere un supereroe della Marvel – vol. 1 di Matsuteia ed E.T.A. Egeskov     Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa     La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli     Raúl Castro di Domenico Vecchioni    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Feijoo y su lector en la telaraña del duelo     La vera letteratura non è un placebo      L'incendio nell'oliveto     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale    Racconti     Il pane di Agostino di Nicola Lo Bianco     Il mostro di Cinzia Baldini     Il vecchio e la piccola Teresina di Manny Mahmoud     Mani di Fata di Jacob Von bergstein     Giorno Quarto di Consolato Mercuri    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie sparse di Leonardo Taverni     Non per molto di Amedeo Bruni     Maledetta allegria di Amedeo Bruni     Lili Marlene di Jacob Von bergstein     La luna di Francesco paolo Catanzaro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
23 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
37 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Randagi
di Paola Mordiglia
Pubblicato su SITO


Anno 2006 - Adnkronos libri
Prezzo € 6 - 128 pp.
ISBN 8871180941

Una recensione di Virginia Greco
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 5616
Media 79.76 %



Randagi

Letti di cartone e nasi di plastica

E’ così brutta che finisce per piacerti.

E’ così desolata da prenderla per mano e starla a coccolare.

Bucarest, per quanto assomigli ad un vecchio cappotto che vorresti cambiare, è abitata da ragazze che sembrano pallide fate, di nebbia e cannella, chiare come mezze lune, sottili e divorate dal vento. Sulle sue strade camminano uomini che nascondono nelle tasche sogni così accartocciati da sembrare inesistenti, è calpestata da gambe pesanti che hanno sempre marciato come un militare, ed è toccata e accarezzata da mani che non le sanno ancora dare piacere.

E’ malconcia, pure un po’ abbrutita, ma sulle sue strade, lungo i suoi marciapiedi, tra le sue case e i suoi balconi, c’è l’aria di un temporale che non vuole passare, come se la gente si fosse attaccata alle nuvole per non permettere che il sole caschi per terra.


Bucarest si sveglia ogni mattina nella sua luce grigia e polverosa e comincia una nuova giornata ancora stanca delle precedenti; dalle sue viscere, nell’aria umida e maleodorante dei canali sotterranei, emerge un esercito di piccoli uomini, selvatici e tristi, e con loro una specie di angelo, venuto da lontano. Si chiama Miloud Oukili, dice di fare il clown, indossa abiti neri e buffe scarpe gialle che lo rendono goffo; con il suo naso rosso e un monociclo, in undici anni, ha collezionato decine di “figli”.

Non si può realmente capire cosa accada nella città nascosta sotto le strade di Bucarest, quale sia la realtà attraverso la quale cercano di sopravvivere migliaia di bambini e adolescenti rumeni, se non si prova a vederla con i propri occhi, a respirarla con le proprie narici. E’ per questo che Paola Mordiglia, scrittrice e giornalista, ha raggiunto Miloud nella desolata città dell’est in cui vive da anni, ha parlato con lui, con i ragazzi, ma soprattutto ha ascoltato e ha toccato con mano. “Randagi” è lo splendido risultato di questa esperienza: un diario a più voci, un racconto violento e delicato allo stesso tempo.

Miloud arriva a Bucarest nel 1992, tramite un’associazione francese di volontariato, per portare la sua arte di clown per le strade della città: un mese e andrà via. Una fatalità, la perdita di un treno, rappresenta la trasposizione di un desiderio interiore: restare, penetrare nel mondo di chi ha fatto delle strade la propria casa, dei canali sotterranei il proprio letto e di una lotta alla sopravvivenza, lontano dai sogni e dalla felicità, il solo possibile scopo della vita. C’è chi li considera bestie, perché si aggirano per le strade come cani abbandonati, selvaggi e rabbiosi, ma in fondo restano bambini cresciuti troppo presto o adolescenti che non sembrano aver superato i 12 anni. Sono anch’essi esseri umani, eppure non sanno bene cosa significhi né si ricordano più come fosse sentirsi amati. Senza la pretesa di restituire quello che la vita aveva tolto loro, Miloud ha cercato di ascoltare i loro desideri, di abitare le loro case, regalando ai suoi giovani amici qualcosa di nuovo, come la possibilità di impegnarsi in un progetto, di dare un senso nuovo alle giornate, di realizzare uno scopo. Così dopo anni di lavoro e difficoltà di ogni tipo, nasce l’Associazione Parada e una singolare carovana di giovani clown autodidatti e autosufficienti, guidata da quel buffo angelo in scarponcini gialli, parte per il mondo, portando in ogni dove sorrisi semplici - fatti di nasi di plastica rossi, palline, birilli rudimentali -, sorrisi puri, di chi non aveva alcunché da perdere e ha trovato qualcosa per cui vivere.

“Randagi” è la storia di questo incontro, è un lungo viaggio, una specie di sogno, forte e non allegro, tremendo ma non brutto. Una fiaba di cruda realtà raccontata con i toni della poesia.


Una recensione di Virginia Greco






Recensioni ed articoli relativi a Paola Mordiglia

(1) Randagi di Paola Mordiglia - RECENSIONE

Testi di Paola Mordiglia pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Virginia Greco

(1) Il mercato fa la sua legge - Criminalità e globalizzazione di Jean de Maillard - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2008-06-06
VISITE: 16298


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali