Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    Il foglio letterario. PROGRAMMA 23 Maggio – 11 Giugno (23/05/2023)    [18/05/2024] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Oceano di Carta scadenza 2024-05-20    Città di Cava de’ Tirreni scadenza 2024-05-24    Lago Gerundo scadenza 2024-05-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    LA CITTÀ CHE LEGGE - Maratona di Lettura (EVENTO 2024-05-20)    Io, Vincent Van Gogh - Presentazione del nuovo libri di Corrado D'Elia (PRESENTAZIONE 2024-05-22)    URI CAINE Trio featuring BARBARA WALKER - Unica data della Lombardia (SPETTACOLO_TEATRALE 2024-05-18)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani     Rasella: storia di una bomba di Chiara Castagna    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio     Il paese invisibile e il passo per inventarlo di Roberto Marcòni: un percorso attraverso lo spirito del paesaggio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
18 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
7 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
14 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Il gatto in noi
di William S. Burroughs
Pubblicato su SITO


Anno 1994- Adelphi
Prezzo € 6- 108pp.

Una recensione di Elisa Fraticelli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8134
Media 79.4%



Il gatto in noi

Il Gatto in Noi è un piccolo libro che ricorda una raccolta di appunti, pensieri, notizie. Un diario spezzettato senza filo logico che gira intorno alla figura del gatto, alla sua influenza sull’uomo. Pensieri profondi che si spingono oltre il limite della realtà tangibile sfiorando il delirio e concretizzandosi nel sogno.

“La terra dei Morti…Olezzi di scoli fumanti, di gas e plastica che brucia ....chiazze d’olio…montagne russe e ruote panoramiche ricoperte d’erbe selvagge e rampicanti. Non riesco a trovare Ruski. Lo chiamo…< Ruski! Ruski! Ruski!>.
Un senso di profonda tristezza e di presentimento. < Non avrei dovuto portarlo qui!>.
mi sveglio che le lacrime mi corrono giù per la faccia.”

Il Gatto in Noi non nel senso delle peculiarità feline riscontrabili nell’uomo (che sarebbe un po’ banale) ma come la presenza del gatto abbia influenzato l’uomo abituato alla sua vicinanza. Come il gatto sia concepito per essere propenso alla vita accanto all’uomo creando così un ibrido, un rapporto inscindibile, duraturo e unico. L’uomo schiavo del gatto, gli procura il cibo e gli da una casa in cambio di niente.
Personalmente ho riscontrato in questo libro (assemblato dall’editore) più sfumature dell’anima di Burroughs, come se la scrittura procedesse su piani diversi.
Da una parte c’è la cronaca più o meno filtrata dallo scrittore dei fatti che gli succedono, ma non è una cronaca fedele, gli manca la lucidità, non riesce a non contaminarla con elementi fantastici che regalano al tutto un’aria da favola e dimostrano l’impossibilità e l’inutilità di riproporre i fatti così come sono accaduti “Credo che nessuno possa scrivere un’autobiografia del tutto sincera. Sono sicuro che nessuno sopporterebbe di leggerla: Il mio passato è stato un fiume malvagio.”
Dall’altra la parte più bella de “Il Gatto in Noi” è quando arrivano quei pensieri così pieni e assurdi che non si può far altro che chiudere un attimo il libro e rimanere a pensare a cose che non avevamo mai pensato prima.
“Come tutte le creature pure, i gatti sono pratici”, la purezza è l’istinto, l’essenzialità, la precisione. È la forza che spinge il gatto a fare solo il necessario ad essere semplicemente essenza, senza nessuna bugia o inganno. Il gatto non conosce ipocrisia e più di tutti è il gatto bianco ad essere il più sfacciato perché con il suo colore innaturale è palesemente propenso ad essere addomesticato, ha perso ogni traccia di selvatichezza.
Ma non ci sono elogi solo di gatti, c’è una parte incredibilmente intensa dove Burroughs scrive che c’è un elemento magico che corrisponde alla natura, con la distruzione delle foreste c’è una diminuzione di elementi fantastici, siano reali siano fantasie personali suscitate da quel posto, per dar posto solamente al frutto dell’abbrutimento umano, hotel costosi e pacchiani e fast food.
La cosa buffa è che spesso da questi pensieri sensibili e delicati, si passa a qualcosa che definirei sentimentalismi da vecchio pazzo “ Facile immaginare un Gatto Pipistrello, le luccicanti ali nere e coriacee, i piccoli denti aguzzi, gli occhi di un verde acceso. Il suo intero essere irradia una pura dolcezza selvaggia, mentre volteggia tra i boschi notturni con gridi melodiosi, diretto a qualche critica missione. Circonda questa creaturina fiduciosa anche un’aura fatale e triste. Nei secoli è stata abbandonata molte volte, lasciata morire in freddi vicoli urbani, in torridi terrains vagues assolati, tra cocci e terraglie, ortiche, muri crollati. Tante volte ha gridato aiuto invano.”
Nonostante qualche debolezza quello che emerge da questa raccolta è la voglia di ridare al gatto il suo ruolo originario che è quello di compagno psichico, di spiritello domestico che incarna memorie, fatti e personaggi che popolano il passato, reale o immaginario di chi gli vive accanto.


Una recensione di Elisa Fraticelli



Recensioni ed articoli relativi a William S. Burroughs

(0) Il gatto in noi di William S. Burroughs - RECENSIONE

Recensioni ed articoli relativi a Elisa Fraticelli

Nessun record trovato

Altre recensioni di Elisa Fraticelli

Nessun record trovato

Altre recensioni:




-

dal 2005-02-21
VISITE: 19.741


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali