Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Progetto Babele: Collaboratori cercasi! (21/05/2024)    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    [24/06/2024] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Il Premio Città di Como scadenza 2024-06-30    Seven Live 2024 scadenza 2024-06-30    V EDIZIONE PREMIO LETTERARIO TERESA COGNETTA scadenza 2024-07-03    V ED. PREMIO TERESA COGNETTA scadenza 2024-07-03    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Comfort Festival - Ferrara diventa americana (EVENTO 2024-07-07)     ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI 2024 - danza_teatro_musica_site specific_nella natura urbana (SPETTACOLO_TEATRALE 2024-06-29)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Praga poesia che scompare di Milan Kundera     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Uno sguardo all’Open studio presso la Casa degli Artisti di Milano di Cecilia Del Gatto Di Riccardo Renzi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Arretrati
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
15 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
3eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
18novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Hotel Transilvania, un amore impossibile
di Chelsea Quinn Yarbro
Pubblicato su PB20


Anno 2005- Gargoyle Books
Prezzo € 16,50- 348pp.
ISBN 9788889541005

Una recensione di Massimiliano Marconi
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 225
Media 80.62%



 Hotel Transilvania, un amore impossibile

He definitely isn’t evil.
Linda Suzanne (Suite101.com)

Parigi, 1743. Dalla superba corte di Luigi XV si spande per la città un’atmosfera di grandeur e di ricchezza che si specchia nelle mille feste che giorno e notte riempiono ville e palazzi di nobili e ricchi borghesi. Tutto è splendore, animazione, preparativi minuziosi per balli e banchetti durante i quali si intrecciano relazioni che potranno sfociare poi in sfarzosi matrimoni.

Ma nonostante i milioni di candele sempre accese affiché mai tramonti il sole su quella fastosa vitalità, sotto l’aspetto frivolo di tanti personaggi si celano zone oscure, spesso oggetto di sussurri e pettegolezzi. Scopriamo così che il Conte d’Argenlac ha dissipato un notevole patrimonio ai tavoli da gioco e riesce a sopravvivere solo grazie alle ricchezze di sua moglie; che Achille Cressie è omosessuale e nasconde la sua vera natura dietro un matrimonio che i più reputano felice e invidiato; e soprattutto veniamo a sapere che molti dei nomi più importanti di quel bel mondo fanno parte di una spietata setta satanica guidata dal brillante e perfido Barone Saint-Sebastian. Alchimista e occultista assetato di ricchezze e di potere, l’elegantissimo Saint-Sebastian è una presenza fissa e irrinunciabile di ogni incontro mondano, ma, nel segreto di cripte e chiese sconsacrate, non esita a praticare sacrifici umani durante diaboliche messe nere, mirando principalmente a giovani vergini sulle quali gli adepti possono sfogare i loro più bassi appetiti prima della morte certa alla quale infine le vittime vanno incontro.

Vittima predestinata per la macabra cerimonia più importante dell’anno sarà la bellissima Madeleine de Montalia, una ragazza colta e intelligente, prototipo di donna emancipata, appena arrivata a Parigi ospite di sua zia Claudia, moglie del Conte d’Argenlac. Ed era stato proprio il padre di Madeleine, un tempo accolito della setta di Saint-Sebastian e poi fuggito da Parigi perché pentito delle proprie azioni, a promettere il suo primo figlio come martire sull’altare di satana. La ragazza viene effettivamente rapita, grazie al tradimento di uno degli uomini di Saint-Sebastian che si finge intenzionato a sposarla.

Ma Madeleine, fin dal suo arrivo a Parigi, ha intrecciato una profonda relazione, fatta di passione e di sincera amicizia, con il Conte di Saint-Germain e questi non mancherà di accorrere in suo aiuto.

Saint-Germain, oltre Hotel Transilvania, è il protagonista di una ricca serie di romanzi che costituiscono una saga tuttora in progresso. È un ricercato ed elegante conte straniero e, apparentemente, molto simile agli altri frequentatori di bei salotti e case da gioco; ma ancora una volta la realtà è ben diversa. Fin dalle prime righe viene definito “un altro misterioso gentiluomo” nonché “un uomo elegante e affascinante”, che compone musica e suona benissimo. Tuttavia, bastano un paio di pagine e la scena cambia totalmente. Lasciatosi alle spalle l’ultimo sfavillante salotto, lo ritroviamo in piena notte a percorrere sporche stradine in una delle zone più malfamate della capitale. Cammina, guardingo, avvolto in un lungo mantello di velluto nero, e non esita a infilarsi in uno sconosciuto androne per schivare una guardia che sta per incrociare il suo percorso. Certamente, non vuole rivelare i suoi scopi e la propria identità. Il nostro “misterioso gentiluomo” è infatti un avventuriero, una spia, un abile alchimista, ma, soprattutto, Saint-Germain è un vampiro.

Tratteggiato su un personaggio veramente esistito nel XVIII Secolo, e, come lui, avvolto da un fitto alone di mistero, il Conte descritto da Chelsea Quinn Yarbro rappresenta l’esatto rovescio della medaglia rispetto alla figura classica del vampiro impersonata dal Conte Dracula e immortalata nel romanzo di Bram Stoker. Pur condividendo molte caratteristiche – dalla quasi immortalità al bisogno di nutrirsi con il sangue; dalla necessità di un costante contatto con la sua terra natale all’impossibilità di riflettersi in uno specchio, alla difficoltà ad attraversare un corso d’acqua – tuttavia le differenze sono profonde, come afferma l’autrice stessa in un saggio del 1997 (e che trovate più avanti in queste stesse pagine):

“Diversamente da Dracula, Saint-Germain tiene in grande considerazione la brevità della vita umana piuttosto che disprezzarla. E, diversamente da Dracula, Saint-Germain offre libertà ai suoi partner anziché pretendere la resa delle proprie prede.”

Siamo quindi molto distanti dal cliché che vede nel vampiro la personificazione del Male o, comunque, il villain da sconfiggere e distruggere. Il non-morto della Yarbro, nonostante tutto, sta dalla parte opposta, è l’eroe della situazione. Sfrutta le sue doti di alchimista a fin di bene (anche del suo bene, naturalmente) e dedica conoscenze e poteri a chi più ne ha bisogno: non solo al salvataggio di Madeleine, ma anche alla cura del cocchiere di Saint-Sebastian che lo stesso ha ferocemente malmenato.

Questa e altre peculiarità rendono Hotel Transilvania un romanzo difficilmente ascrivibile a un genere piuttosto che a un altro. Chelsea Quinn Yarbro riesce infatti a spaziare elegantemente dalle scene in perfetto stile horror-splatter delle torture inflitte alle vittime di Saint-Sebastian e della sua cricca, agli intermezzi di erotismo soft fra Madeleine e Saint-Germain; dalle raffinate e particolareggiate descrizioni di abiti, cibi, ambienti e dettagli dell’epoca tipici del romanzo storico, alle situazioni amorose e passionali fra vari personaggi che profumano di romance, nella sua accezione migliore. Un perfetto mix di ingredienti che rende il libro vivace e decisamente godibile anche da chi, di solito, ama letture più tragiche e sanguigne.


Una recensione di Massimiliano Marconi



Recensioni ed articoli relativi a Chelsea Quinn Yarbro

(0) Hotel Transilvania, un amore impossibile di Chelsea Quinn Yarbro - RECENSIONE
(1) Da Dracula a Saint-Germain di Chelsea Quinn Yarbro trad.di Massimiliano Marconi - TRADUZIONE

Recensioni ed articoli relativi a Massimiliano Marconi

Nessun record trovato

Altre recensioni di Massimiliano Marconi

(1) Hanno Sete (They Thirst) di Robert McCammon - RECENSIONE
(2) Holmes Vs Dracula di John H. Watson e Loren D. Estleman - RECENSIONE
(3) Trilogia dei Sopramorti di Chiara Palazzolo - RECENSIONE
(4) Rendimi l'anima di Daniela Cattani Rusich - RECENSIONE

Altre recensioni:




-

dal 2019-07-22
VISITE: 331


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali