Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    Il foglio letterario. PROGRAMMA 23 Maggio – 11 Giugno (23/05/2023)    [01/03/2024] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Letterario Teresa Cognetta 2023 scadenza 2024-03-02    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    premio alla carriera Stesicoro 2024 - evento II edizione (EVENTO 2024-03-15)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Come mio fratello di Uwe Timm     Sul margine di Maria Allo     Prove per atto unico di Maria Benedetta Cerro    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Ardengo Soffici e il Fascismo     Ezra Pound: una breve nota     La poesia patriottica nel Romanticismo italiano     L’immanenza dell’incarnazione nella poesia di Mario Luzi     La storia alimentare di Porto San Giorgio, tra folklore, letteratura e testimonianze Di Edoardo Mistretta    Racconti     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini     Il temporale di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey     La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Arretrati
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
16 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
21 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Shadows (Ombre)
regia di John Cassavetes
Pubblicato su SITO


Anno 1959- USA


Una recensione di Federico Fastelli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8445
Media 79.91%



 Shadows (Ombre)

SCENEGGIATURA: J. Cassavetes
MUSICA: S. Hadi
FOTOGRAFIA: E. Kollmar
MONTAGGIO: J. Cassavetes, M. McEndree
REGIA: J. Cassavetes
PRODUZIONE: U.S.A 1959
CON: L. Goldoni, B. Carruthers, H. Hurd, A. Ray

La crisi cinematografica iniziata negli anni cinquanta con il calo repentino del numero di spettatori e la difficoltà della produzione filmica organizzata in maniera verticale dagli studios hollywoodiani, comporta un cambiamento di rotta notevole che conduce in una decina di anni a quel fenomeno da molti denominato Hollywood Reinaissance. La Nuova Hollywood cede parte del potere di produzione all’inventiva di registi e star della recitazione anche nel tentativo di coinvolgere quel pubblico dalle vedute politiche e sociali più radicali che caratterizzeranno gli Stati Uniti degli anni ‘60. I registi, di contro, prendono progressivamente coscienza, anche attraverso l’influenza delle teorie autoriali provenienti dalla Francia della Nouvelle Vague e delle produzioni indipendenti dei film-maker d’avanguardia, del loro valore precipuo. In questo panorama Ombre è da considerarsi, come indica Morandini, un film manifesto della nuova tendenza. Inizialmente girato in 16mm, di modo che la cinepresa potesse essere agile e maneggevole, come saggio di recitazione improvvisata, viene poi rigirato in 32mm e presentato alla mostra di Venezia nel 1961. È la storia di Lelia (L. Goldoni) giovane ragazza di colore, ma “che potrebbe essere scambiata con una bianca” (Morandini), e dei suoi due fratelli: nella New York degli anni 50 i tre devono convivere con i pregiudizi razziali e le proprie inquietudini. Ma, per la verità, non è tanto la trama, in sé, a costituire il perno del film, quanto, invece, “le emozioni che il soggetto poteva suscitare negli attori” (Grazzini). Si tratta infatti di un film senza sceneggiatura, ma, si direbbe in ambito jazzistico con una tonalità definita in partenza, sopra la quale poter improvvisare. Cassavetes lavora esattamente come un compositore jazz, permettendo poi ad ogni interprete il proprio assolo. La rottura della tradizione hollywoodiana è esibita: il montaggio classico invisibile è abolito a favore di una posizione non più ideale dell’occhio che riprende gli eventi. Il tempo e lo spazio si modificano alla ricerca di una realtà quotidiana che non può seguire, per definizione, gli schematismi del decoupage classico. Il reale è fatto di “catene di avvenimenti anche dissennati” (Grazzini) che non si chiudono al termine di una narrazione. Abitudini e accidenti caratterizzano la vita di ogni giorno in maniera tale che questa assomiglia di più ad una partitura su cui improvvisare, piuttosto che ad un reticolo ordinato di rapporti causa-effetto. E questo vale perciò anche per l’arte, in questo caso per il cinema, bisognoso di liberarsi da pesanti condizionamenti tecnici ed economici. Infine il grande uso dei primi piani disvela un’ulteriore livello diegetico: un approfondimento psicologico, secondo quanto indica ancora Grazzini, in grado di far adattare la storia agli attori e al loro sentimento piuttosto che il contrario.


Una recensione di Federico Fastelli



Recensioni ed articoli relativi a John Cassavetes

(0) Shadows (Ombre) di John Cassavetes - RECENSIONE CINEMA

Recensioni ed articoli relativi a Federico Fastelli

Nessun record trovato

Altre recensioni di Federico Fastelli

(1) Un chien andalou di Luis Buñuel - RECENSIONE CINEMA
(2) Rope (Nodo alla gola) di Alfred Hitchcock - RECENSIONE CINEMA
(3) Des Cabinett des Dr. Caligari
(Il gabinetto del dottor Caligari) di Robert Wiene 
- RECENSIONE CINEMA
(4) Easy Rider di Dennis Hopper - RECENSIONE CINEMA
(5) Zabriskie Point di Michelangelo Antonioni - RECENSIONE CINEMA

Altre recensioni:




-

dal 2007-10-02
VISITE: 23.271


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali