Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    PB Presenta Il vecchio della montagna di Grazia Deledda - Letto da Carmelo Caria (13/02/2022)    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    [12/08/2022] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Internazionale di Poesia "Danilo Masini" scadenza 2022-08-12    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Lembi di anima di Elisabetta Santirocchi     Sfida di Elisa Negri     Libero di Elisa Negri     Noi non ci bastiamo di Rosa Notarfrancesco     In punta di piedi di Paola Ceccotti    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
10 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Le Voci di Nike
di Silvia Maria Elena Damiani
Pubblicato su SITO


Anno 2010- ExCogita
Prezzo € 11,00- 140pp.
ISBN 9788896678107

Una recensione di Rosella Rapa
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 7737
Media 79.16%



Le Voci di Nike

Malia. Incanto. Fin dalle prime battute di questo romanzo, si avverte un’atmosfera che non è semplicemente “Fantasy”, e nemmeno “magica”, si percepisce l’influsso di un incantesimo potente e malefico che renderà nulle le volontà dei protagonisti. L’effetto è reso palpabile dai ripetuti flashback, che si mescolano alla storia presente. E’ evidente che tutto ciò che accade non è altro che un’ inevitabile conseguenza di errori commessi in giorni passati, ma quali? E, soprattutto, perché dare inizio ad un incantesimo che tutto distrugge, e nulla permette? Sono domande non destinate a sciogliersi tanto presto: terranno avvinto il lettore fino all’ultimo capitolo. Anche se si intuisce che il tempo gioca a rincorrersi, in spirali senza fine, nulla ci anticipa come l’incantesimo agisce, né come possa essere fermato. Si tratta di un tessuto originale, e non semplice da mantenere intatto. Il Fantasy, sebbene sia un genere che ammette le più folli e straordinarie invenzioni che uno scrittore possa sognare, di norma obbedisce ad una sua logica, per lo più avventurosa, molto avventurosa, con un inizio ed una fine. In “Le voci di Nike”, ciò non accade. Ogni logica è sovvertita, i comportamenti dei protagonisti appaiono spesso irragionevoli, la morte si mescola alla vita, le magie combattono se stesse. La narrazione, in terza persona, alquanto distaccata dallo svolgersi della vicenda, aumenta il tono d’irrealtà: sembra infatti d’ascoltare un’antica leggenda, una storia di tempi remoti, in cui i personaggi si muovono obbedendo ad un copione già scritto. Non c’è un grande spessore psicologico, in loro, non ci sono eroi, né eroine. Persino i demoni, e gli assassini, non riescono ad incutere paura al lettore, ma solo a Nike, incapace di difendersi, incapace di lottare, sempre troppo terrorizzata, da chiunque mostri un minimo di forza. E’ voluto, questo distacco? Forse una scrittrice più esperta avrebbe saputo, con pochi tratti, delineare meglio il carattere anche dei personaggi secondari, aggiungendo così un maggiore coinvolgimento emotivo; tuttavia questo è un falso problema, facilmente superabile, se l’autrice lo vorrà. Perché in questo libro non era necessario. Ciò che conta è in effetti solo la narrazione, la storia, il contorcersi su se stesse delle spire del tempo, vero ed assoluto protagonista del romanzo. Gli uomini agiscono ormai privi di speranza, addirittura quasi privi di anima. Il lettore dovrà arrivare all’ultima, ultimissima battuta per comprendere questo strano comportamento. Da un altro punto di vista, noto che si tratta di un fantasy al femminile: le protagoniste principali sono donne: la timida e spaurita principessa Nike, la coraggiosa regina guerriera Amelia, la perfida strega Rhea. Le azioni degli uomini sono viste soprattutto in funzione delle conseguenze e dei desideri verso le loro amate. In un mondo che per decenni (o per secoli: quando iniziò il Fantasy?) è stato dominato dalla forza e dal coraggio maschili, questa è una rivincita del potere femminile, sotto tutti i punti di vista. E’ bene che una scrittrice si immedesimi in personaggi femminili, e ne faccia le figure di perno: riuscirà a dare loro, anche senza specifiche descrizioni e approfondimenti, una sensibilità innata. In questa vicenda tanto irreale, si propongono però motivi di riflessione niente affatto trascurabili: il destino è già scritto? Possiamo opporci ad esso? Accettare la morte fa parte della vita? Io sento un monito salire da queste pagine: non cercate soluzioni troppo facili, abbiate coraggio, quel coraggio che non si vede, ma che aiuta a superare gli imprevisti che la vita ci riverserà addosso, e che nessun sogno potrà mai cancellare. Venendo da una scrittrice molto giovane, questo è un pensiero davvero notevole. E’ un libro che consiglio a tutti coloro che amano il genere fantastico, non necessariamente Fantasy puro. Vi troverete avvolti in una atmosfera surreale, impazienti di seguire una narrazione che scorre gradevole, avvincente, con un buon linguaggio, molti interrogativi e un finale che trafigge il petto. La prima prova di una giovane Autrice, capace di tenere incollato il lettore con gli occhi fissi fino all’ultima riga. Mi auguro che abbia un seguito: senza fretta, per darle il tempo di migliorare ancora, e stupirci di più.


Una recensione di Rosella Rapa



Recensioni ed articoli relativi a Silvia Maria Elena Damiani

(0) Le Voci di Nike di Silvia Maria Elena Damiani - RECENSIONE

Recensioni ed articoli relativi a Rosella Rapa

(0) L'odore del pane di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(1) Draghi & Computer di Rosella Rapa - RECENSIONE

Altre recensioni di Rosella Rapa

(1) Il Possidente (La Saga dei Fisrsyte I) di John Galsworthy - RECENSIONE
(2) Una Rossa Rosa Bianca di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(3) Entro a fare due passi Fra le pieghe dell’anima di barbara Brussa - RECENSIONE
(4) Le Api di Paulette di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(5) Profumo d'Incenso di Valentina Bellettini - RECENSIONE
(6) Nel Silenzio dei Rumori di Gavino Puggioni - RECENSIONE
(7) La Settima Strega di Zannoner Paola - RECENSIONE
(8) L' odore del pane di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(9) Sulla Riva del Fiume di Giovanna Giordani - RECENSIONE
(10) I Lupi della Bruma di Daniele Picciuti - RECENSIONE
>>Continua (click here)



Altre recensioni:







-

dal 2010-10-06
VISITE: 10030


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali