Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Progetto Babele: Collaboratori cercasi! (21/05/2024)    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    [17/06/2024] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    “Eridanos” scadenza 2024-06-23    Il Premio Città di Como scadenza 2024-06-30    Seven Live 2024 scadenza 2024-06-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    NIPPOMANIA - Giappone: dai samurai ai manga. (PRESENTAZIONE 2024-06-22)     ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI 2024 - danza_teatro_musica_site specific_nella natura urbana (SPETTACOLO_TEATRALE 2024-06-29)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Praga poesia che scompare di Milan Kundera     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Uno sguardo all’Open studio presso la Casa degli Artisti di Milano di Cecilia Del Gatto Di Riccardo Renzi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
16 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
4eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
18novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Per una concezione teologica del bene e del male in Harry Potter
di Riccardo Renzi
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 799
Media 79.95%



Per una concezione teologica del bene e del male in Harry Potter

Leggendo con attenzione ed estrema ratio il capolavoro della Rowling, si evince come il maghetto di Godric's Hollow[1] non sia così lontano metaforicamente parlando dal Cristo redentore e come Tom Orvoloson Riddle alias Lord Voldemort rappresenti l’incarnazione del demonio. Tale teoria potrebbe sembrare un po' strampalata, ma proseguendo con ordine si dimostrerà come non lo è proprio. 

Per cominciare la singolarità di Harry, quella che lo costituisce nell’intrinseco del suo ruolo di personaggio, è la sua relativa immunità alla magia oscura, cioè al male. Harry è incorruttibile, non può essere scalfito dalla magia oscura, perché il sacrificio della madre, Lily Potter, ha generato un incantesimo che rende immune agli incantesimi dell’Oscuro Signore[2]. Qui emerge prepotentemente il tema dell’amore salvifico, non esiste atto di amore più grande, per il mondo cristiano, che dare la propria vita per salvare quella di chi si ama. Tale atto di amore estremo si ripeterà anche alla fine dell’ultimo capitolo della saga, Harry Potter e i doni della morte II[3], quando il mago decide di dare la propria vita per salvare l’umanità, cioè il mondo magico. Inoltre rimanendo proprio su tale tema, come si scoprirà alla fine della saga, Harry ha sempre costituito, per chi ne era al corrente come Albus Silente[4], l’agnello sacrificale per salvare l’umanità e annientare per sempre il male. Harry infatti avendo dentro di sé un pezzo dell’anima dell’Oscuro Signore è destinato a perire assieme a quest’ultimo.

I parallelismi tra Cristo Salvatore e il maghetto di Godric's Hollow non si esauriscono qui. Egli infatti, come Cristo, sopravvive alla morte, sconfiggendola, entrambi risorgono e ritornano alla vita. Harry, grazie alla pietra della resurrezione[5] e allo scudo generato dalle anime dei suoi cari evocate grazie al potere di quest’ultima, dopo avada kedavra sferrato da Lord Voldemort, riesce a sopravvivere. Di nuovo ritorna il tema del sacrificio, le anime dei suoi cari che si interpongono tra lui e il colpo lanciato dall’Oscuro Signore e il sacrificio della vita da parte del ragazzo per salvare quella di coloro che ama[6].

A questi temi, proseguendo per ordine, si può tranquillamente e doverosamente aggiungere quello dell’apostolato, come Cristo, anche Harry ha numerosi seguaci pronti a dare la vita per la persecuzione del bene. Tale tema si fa sempre più forte a mano a mano che si procede con la lettura dei libri. Inizialmente i fedelissimi di Harry sono solo Hermione e Ron[7], ma poi quando ci si inizia a rendere conto che Harry è realmente il prescelto, il salvatore, l’unico in grado di liberare dal male il mondo magico, le sue schiere iniziano ad accrescersi. Il ruolo giocato dai seguaci di Harry, man mano che ci si avvicina alla fine della saga, diviene sempre più importante, proprio come gli apostoli cristiani, quelli di Harry vagano per il mondo magico cercando di assoldare più seguaci possibili, pronti a combattere per il bene. Inoltre molti di loro, proprio come quelli cristiani, dopo la pseudo morte di Harry, sono ancora disposti a combattere e a sacrificare la loro vita[8]. 

La struttura fondamentale e fondante del libro di Harry Potter è quella di una lotta per il bene e contro il male, per la verità e contro la menzogna. In un certo senso questa struttura si oppone direttamente alla cultura oggi dominante, a quello che Benedetto XVI chiama il relativismo etico. In una delle scene madri della saga, che certo sarà piaciuta al Papa se mai la ha letta, Voldemort cerca di indurre in tentazione Harry. Non esiste né verità né menzogna, gli dice. Non c’è né il bene né il male. C’è solo il potere. Il potere fa la verità. E Voldemort offre a Harry di condividere il potere, ma Harry gli risponde, semplicemente, no. A ciò si collega un ulteriore tema fondamentale: la tentazione. Proprio come Cristo dal Demonio, così Harry è continuamente tentato da Lord Voldemort. L’Oscuro Signore può entrare nei pensieri del ragazzo, cercando continuamente di corromperlo o di farlo impazzire. Tale strategia diviene sempre più concreta man mano che ci si avvicina al termine della saga, ma Harry, proprio come Cristo, riuscirà sempre a resistere alle tentazioni. Harry a partire dalla morte di Albus Silente inizierà, assieme a Ron ed Hermione, a vagabondare alla ricerca degli horcrux[9], oggetti nei quali Voldemort ha racchiuso frammenti della sua anima e che garantiscono l’immortalità dell’Oscuro Signore. Questa ricerca costituisce, oltre che la chiave per sconfiggere il male, una sorta di prova dello spirito, poiché ogni volta che Harry si avvicina ad uno di questi oggetti soffre molto e il potere di Voldemort sulla sua coscienza si fa più forte. Dunque queste prove sembrano essere quasi una preparazione spirituale all’estremo sacrificio, quello della vita per il bene comune. 

Infine, la parola di Harry, come quella di Cristo, è in grado di convertire al bene, come nel caso di Draco Malfoy. Il maghetto ha sempre risposto amorevolmente alle ingiurie del compagno di scuola, salvandogli anche, in più di un caso, la vita. 

Harry Potter è dunque, senza il rischio di cadere in blasfemia, il Salvatore per il mondo magico, prescelto e disposto all’estremo sacrificio pur di raggiungere il bene e la salvezza del suo universo e dei suoi amici.

Note:  
[1] J. K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, edizione a cura di Stefano Bartezzaghi, traduzione di Marina Astrologo, Milano, Salani, 2017, p. 14.
[2] I seguenti nomi sono tutti quelli con cui può essere chiamato Lord Voldemort: Tom Orvoloson Riddle (nome babbano originario), Signore Oscuro, Tu sai Chi, Colui che non può essere nominato.
[3] J. K. Rowling, Harry Potter e i doni della morte, edizione a cura di Stefano Bartezzaghi, traduzione di Beatrice Masini, Milano, Salani, 2017, pp. 587 – 598.
[4] Mago più potente del mondo magico e preside di Hogwarts.
[5] È uno dei tre doni della morte assieme alla bacchetta di sambuco e al mantello dell’invisibilità.
[6] J. K. Rowling, Harry Potter e i doni, pp. 582 e 587.
[7] In riferimento a Harry Potter e la pietra filosofale e Harry Potter e la camera dei segreti.
[8] Un esempio eminente è costituito da Neville Paciock che dop la pseudo morte di Harry non è disposto a passare dalla parte di Voldemort ed è pronto a morire per il bene.
[9] Sono 7: la coppa appartenuta a Tosca Tassorosso, il medaglione di Salazar Serpeverde, il diadema di Priscilla Corvonero, il diario che aveva da giovane, l'anello dei Peverell tramandato ai Gaunt e contenente la Pietra della resurrezione e Nagini; inoltre, lo stesso Harry Potter costituisce un Horcrux involontario.

A cura di Riccardo Renzi



Recensioni ed articoli relativi a Harry Potter

(0) Per una concezione teologica del bene e del male in Harry Potter a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(1) La Settima Strega di Zannoner Paola - RECENSIONE
(2) Asia Anderson e i fantasmi del tempo di Marco Bonafede - RECENSIONE
(3) Narrativa per ragazzi: dal testo al cartone animato a cura di Tania Ianni - ARTICOLO

Recensioni ed articoli relativi a Rowling

(0) Per una concezione teologica del bene e del male in Harry Potter a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(1) Rowling, J.K. di Marco R. Capelli - BIOGRAFIA

Recensioni ed articoli relativi a Riccardo Renzi

(0) Uno sguardo all’Open studio presso la Casa degli Artisti di Milano di Cecilia Del Gatto Di Riccardo Renzi a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(1) On the road: per una fuga dalla realtà a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO

Testi di Riccardo Renzi pubblicati su Progetto Babele

(1) Prossimità e lontananza di Elio Scarciglia - RECENSIONE
(2) Uno sguardo all’Open studio presso la Casa degli Artisti di Milano di Cecilia Del Gatto Di Riccardo Renzi a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(3) Vampiri: una storia senza fine a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(4) La romanità nell’Asia Minore: l’esempio di Aspendos a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(5) Il paese invisibile e il passo per inventarlo di Roberto Marcòni: un percorso attraverso lo spirito del paesaggio a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(6) I romani alla scoperta dell'America a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(7) Una riflessione sullo spettacolo di Diego Mecenero: la Marca tra folklore e leggende a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(8) Ezra Pound: una breve nota a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(9) Osvaldo Licini: la sua terra, la malinconia e la follia a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO
(10) Ardengo Soffici e il Fascismo a cura di Riccardo Renzi - ARTICOLO


>>ARCHIVIO ARTICOLI

> >>Inserimenti precedenti al 2007
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB







-

dal
VISITE: 1.887


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali