Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    Neil Gaiman: Storie Perdute (Prorogato al 31 Dicembre) (09/12/2020)    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    [17/06/2021] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Città di Como VIII Edizione scadenza 2021-06-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro     Essi partivano, noi partiamo di Giusi Sapienza Joven     Quadri veneziani di Carla Menon    Una musica costante di Vikram Seth    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale     Poe: L’uomo della folla     Feijoo y su lector en la telaraña del duelo    Racconti     Il manichino di Vittorio luciano Banda     La divoratrice di anime di Davide Stocovaz     Dentro di Massimo Martinelli     Attese di Stefania Lami     Growl di Paola Emma Labate (diana Jett)    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano    Poesie     Spero presto di Amedeo Bruni     06 Aprile di Debora Palmieri     Da un rifiorire di memorie di Angelo michele Cozza     Parole di Palmira De Angelis     In Paradiso c’è di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
6 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
43 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Bukowski - scrivo racconti poi ci metto il sesso per vendere
di Paolo Roversi
Pubblicato su SITO


Anno 2004 - Stampa Alternativa
Prezzo € 10 - 120 pp.
ISBN 2147483647

Una recensione di Gordiano Lupi
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 12181
Media 79.4 %



Bukowski - scrivo racconti poi ci metto il sesso per vendere

Ecco un libro che appena mi è arrivata la mail di presentazione mi sono detto: “Questo lo devo leggere” e non ne sono rimasto deluso, pure se sulla figura letteraria e umana di Bukowski si poteva dire di più, anche il lavoro di Roversi è abbastanza completo e interessante. Soprattutto si nota la passione con cui l’autore tratta un suo mito e cerca di farlo parlare usando le sue stesse frasi. Il libro racconta la vita di Bukowski ricorrendo a brani di racconti, poesie, giudizi di chi l’ha conosciuto e si legge con passione ricercando e annotando tutte le frasi a effetto del grande scrittore maledetto. Conosciamo i personaggi di Bukowski che sono come lui, vivono ai margini del sogno americano, non partecipano alla scalata al successo, sognano una serata all’ippodromo, una bella scopata, una cassa di birra, poco altro. Scopriamo la ricetta per diventare scrittori secondo zio Buk, l'importante è scopare un sacco di donne, bere birra e andare alle corse almeno una volta a settimana. Certo bisogna anche scrivere qualche poesia passabile e ascoltare Brahms e Bach, evitare le carte di credito, dormire fino a mezzogiorno, amare se stessi, essere pazienti e soprattutto darci dentro, pestare sui tasti di quella maledetta macchina da scrivere. E poi come non essere d’accordo con lui quando dice che tutti gli scrittori sono dei poveri idioti, per questo scrivono? Io quella frase la volevo usare come titolo di un mio libro sui narratori italiani e non è detto che non la usi... Il libro di Roversi scorre molto bene e utilizza le affermazioni di Fernanda Pivano quando dice che lo stile di Bukowski è inimitabile, molto più colto di quanto si creda. La cosa grande di Bukowski è che non è mai sceso a compromessi, non ha mai fatto marchette (che differenza con gli scrittori italiani di oggi!), scriveva quello che gli veniva e non si faceva influenzare da nessuno. Bukowski è ancora un mito per i giovani lettori di oggi e c’è un motivo. Nessuno come lui ha descritto la vita e le sue difficoltà, nessuno ha saputo porre l’accento sulle cose che non vanno, sulle insoddisfazioni generazionali. “Il lavoro ti ruba la vita, non ti permette di fare le cose che vuoi, ti consuma lentamente”. Quante volte tutti noi abbiamo pensato o scritto una frase simile? Eppure l’ha detta zio Buk, non siamo stati originali. Bukowski è uno che si sarebbe vergognato solo all’idea di mettere su un corso di scrittura creativa, lui era un genio mica un professorino, uno che scriveva fuori di melone e per questo era folle ma geniale. Bukowski è un talento come Hemingway, uno che scrive perché ha dentro milioni di cose da dire e chi legge le sue pagine ci trova pure un po’ della sua vita. Non è uno squallido impiegato della letteratura, non cerca lo stipendio, vuole solo scrivere le cose che vive e vivere le cose che scrive. Nel libro di Roversi parlano pure Enrico Franceschini e Nanda Pivano, raccontano il loro Bukowski, che è il genio amato da tutti i lettori di oggi, una persona che rimpiangiamo per la grandezza delle cose che ci ha dato e che continua ancora a regalarci, poesia dopo poesia, visto che gli inediti sono molti. La sola amarezza è che la sua opera poetica viene frantumata in piccoli volumi soltanto per motivi economici. Bukowski rende, adesso. Pensare che lui per anni, con le sue poesie, ha fatto solo la fame. In definitiva se amate Bukowski non potete fare a meno di leggere il libro di Paolo Roversi. Farete un tuffo nella vita e nelle opere del vostro scrittore preferito, uno dei pochi autori del Novecento che merita di essere letto e riletto sino allo sfinimento. Il pregio principale di un libro come questo è che contribuisce a diffondere la conoscenza di un genio.


Una recensione di Gordiano Lupi






Recensioni ed articoli relativi a Paolo Roversi

(1) Solo il tempo di morire di Paolo Roversi - RECENSIONE
(2) Il mio nome è Bukowski di Roversi Paolo - RECENSIONE
(3) Bukowski - scrivo racconti poi ci metto il sesso per vendere di Paolo Roversi - RECENSIONE
(4) Blue Tango di Paolo Roversi - RECENSIONE

Testi di Paolo Roversi pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Gordiano Lupi

(1) Volevo essere un supereroe della Marvel – vol. 1 di Matsuteia ed E.T.A. Egeskov - RECENSIONE
(2) Rintocchi di clessidra di Alessandro Del Gaudio - RECENSIONE
(3) Raúl Castro di Domenico Vecchioni - RECENSIONE
(4) La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli - RECENSIONE
(5) Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa - RECENSIONE
(6) Italia arcobaleno - Luoghi, personaggi e itinerari storico - culturali LGBT di Giovanni Dall’Orto – Massimo Basili - RECENSIONE
(7) Il cinema horror italiano 1970 - 1990 di Federico Tadolini - RECENSIONE
(8) Io, Daniela di Daniela Giordano - RECENSIONE
(9) L’alba dello scudetto di Simone Manservisi - RECENSIONE
(11) La piccola cineteca degli orrori di Manlio Gomarasca e Davide Pulici - RECENSIONE
(12) Ore Piccole di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(13) Il Maradagàl, una rivista oltre le mode di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(14) Lamette di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(15) 8 e un quarto di Paquito Catanzaro - RECENSIONE
(16) Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2006-05-16
VISITE: 18327


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali