Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Pagina ufficiale Facebook Pagina ufficiale Youtube Pagina ufficiale Instagram Pagina ufficiale Linkedin Gruppo Telegram Whatsapp Community
TeleScrivente:    Gordiano Lupi recensisce: Per difendersi dagli scorpioni di Fernando Sorrentino (29/09/2023)    31 amici per un progetto corale (17/09/2023)    Il foglio letterario. PROGRAMMA 23 Maggio – 11 Giugno (23/05/2023)    [18/05/2024] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Oceano di Carta scadenza 2024-05-20    Città di Cava de’ Tirreni scadenza 2024-05-24    Lago Gerundo scadenza 2024-05-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    LA CITTÀ CHE LEGGE - Maratona di Lettura (EVENTO 2024-05-20)    Io, Vincent Van Gogh - Presentazione del nuovo libri di Corrado D'Elia (PRESENTAZIONE 2024-05-22)    URI CAINE Trio featuring BARBARA WALKER - Unica data della Lombardia (SPETTACOLO_TEATRALE 2024-05-18)    AUDIOLIBRI     I decapitati di Francesco Ciriòlo letto da Alessandro Corsi     Il profumo dell'estate di Cinzia Baldini letto da Alessandro Corsi     Capitolo 6 - La perla di Labuan di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 5 - Fuga e Delirio di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Capitolo 4 - Tigri e leopardi di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Billy Summer di Stephen King    Il nome di Abel di Andrea Meli     Gli ultimi eroi di Guido Morselli     Poscienza di Roberto Maggiani     Rasella: storia di una bomba di Chiara Castagna    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Vampiri: una storia senza fine     I memorialisti e gli storici del Romanticismo italiano     Carmilla     John Polidori & George Gordon Byron - Biografie allo specchio     Il paese invisibile e il passo per inventarlo di Roberto Marcòni: un percorso attraverso lo spirito del paesaggio    Racconti     Mia moglie ti dirà che è tutta colpa della pandemia di Giuseppe Crispino     La luna blu di Alessandro Abate     I decapitati di Francesco Ciriòlo     Sara y la Facultad di Jorge edgardo López     L'intervista di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Shakespeare, William (1564-1616)     Le Fanu, Joseph Sheridan (1814-1873)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     In punta di piedi di Paola Ceccotti     Lux di Alessio Romanini     Respiro di Valeria Vecchi     Stanno le cose di Teodoro De Cesare     Madre di Davide Stocovaz    Cinema     Dracula di Bram Stoker (USA 1992) regia di Francis Ford Coppola     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana    Musica    I Inside The Old Year Dying (2023) - PJ Harvey    La moglie in bianco … la Compilation al pepe (2023) - Diego Pavesi     RökFlöte (2023) - Jethro Tull    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
18 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
7 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
14 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

L'esclusa di Luigi Pirandello
di Giuliano Spina
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 5058
Media 82.92%



L'esclusa di Luigi Pirandello

Questo interessante romanzo di Luigi Pirandello fu il primo di una lunga serie. Terminato nel 1893, fu pubblicato a puntate sulla rivista La Tribuna con il titolo Marta Ajala e, nel 1901, in edizione definitiva in volume. La trama è divisa in due parti. La prima si svolge in un anonimo paesino della provincia agrigentina e, più precisamente, nella casa di Stefano Pentàgora. Quest'ultimo sta cenando con la sorella Sidora ed i figli Rocco e Niccolino. Il primo di questi due, Rocco, ha appena cacciato di casa la moglie Marta Ajala, in quanto colpevole, secondo lui, di adulterio. Motivo di questo sospetto sono le lettere che essa scambia con l'avvocato, in seguito divenuto deputato, Gregorio Alvignani. Marta Ajala, incinta di un bambino ed ormai circondata di maldicenze, vive con la propria famiglia, il padre Francesco, proprietario di una conceria, la madre Agata e la sorella Maria. Il padre, molto arrabbiato e deluso dalla figlia e per questo motivo odiato da essa, decide di chiudersi nella sua stanza e muore poco prima del parto di Marta, lasciandola sola con la madre, la sorella e l'amica Anna Veronica. Neppure il parto va a buon fine, in quanto il bambino nasce senza vita ed in seguito Marta si ammala e la conceria, nel frattempo passata in mano al nipote di Agata, Paolo Sistri, comincia a navigare in cattive acque. Ma neppure questi rovesci della fortuna abbattono Marta, la quale vince un concorso e viene assunta in un Collegio a Palermo, dove è ambientata la seconda parte del romanzo. Qui Marta, insieme alla madre e alla sorella, ricomincia a vivere, sia perchè la città è all'oscuro di quanto avvenuto nel paesino, sia perchè nel Collegio essa si trova molto bene, pur sucitando le attenzioni dei suoi colleghi. Tra questi il goffo professor Falcone, il quale si innamora perdutamente di lei. La casualità però le fa incontrare l'uomo con cui aveva avuto, fino a quel momento, un amore puramente letterario e che aveva sempre rifiutato: Gregorio Alvignani, del quale diventerà l'amante. Nel frattempo Rocco Pentàgora, ripresosi da un abreve malattia, decide di raggiungere Marta a Palermo. Qui i vicini di casa di Marta, Don Fifo Juè e Donna Maria Rosa, informano la famiglia che la madre di Rocco, Fana, cacciata dal marito Stefano perché ritenuta anch'essa colpevole di adulterio, sta per morire. Presa dalla curiosità Marta va a trovare la signora in fin di vita e li incontra Rocco. Malgrado essa ammetta stavolta di aver commesso realmente adulterio in quanto amante di Gregorio Alvignani, Rocco la perdona.

Marta Ajala è una donna forte e combattiva che non si abbatte di fronte al giudzio altrui, in primis quello del padre, e trova un lavoro diventando così una guida per la sua famiglia, in crisi economica dopo il fallimento della conceria. Ma essa è allo stesso tempo anche donna oggetto, tipica della letteratura del periodo, in virtù del suo lasciarsi andare al volere degli altri. La sua figura ripropone due tematiche frequenti nel repertorio di Pirandello: la solitudine, in quanto è abbandonata da tutti, e l'inettitudine alla vita, in quanto si dimostra debole nell'opporsi alle convenzioni sociali. Rocco Pentàgora è, all'interno del romanzo, il personaggio che più di tutti rappresenta la figura della maschera pirandelliana, in quanto è un uomo buono che viene costretto ad agire contro la propria volontà per essere accettato dalla società ed è costantemente oppresso dalle regole e dalle convenzioni. Gregorio Alvignani è invece il personaggio che più di tutti rappresenta la figura dell'inetto in quanto è incapace di prendere decisioni definitive che diano una svolta alla sua relazione con Marta. Maria, sorella di Marta, è un personaggio secondario al quale Pirandello sembra dare poco peso, mentre Agata, la madre di Marta, è molto debole assolutamente incapace di opporsi ai comportamenti del marito. Anche Anna Veronica, l'amica di Marta, che vive con la famiglia prima del trasferimento a Palermo, è un altro esempio di questo asservimento completo alle convenzioni sociali: ripudiata in paese è completamente rassegnata al fatto non poter mai avere un marito. Merita una menzione particolare la figura di Sidora, sorella di Stefano Pentàgora, padre di Rocco, la quale, mentre nell'edizione definitiva appare come un personaggio di pochissima importanza, nell'edizione precedente era invece presentata come una vecchia che nascondeva in se un presenza sovrannaturale.
Il cambio di ambientazione geografica dall'anonimo paesino dell'agrigentino a Palermo che divide il romanzo in due parti è molto importante per lo sviluppo del personaggio: fin dall'arrivo in città Marta, grazie al riconquistato anonimato, sente di poter avere una seconda possibilità. La descrizione del panorama visto dalla casa di Gregorio Alvignani, con i monti palermitani e Monreale, serve per rendere l'idea della magnificenza della metropoli in comparazione all'orizzonte angusto del paesino di provincia.
In quest'opera Pirandello aderisce ai canoni del Naturalismo e la società viene descritta come luogo di sopraffazione ove il comportamento umano è conseguenza di fattori naturali e condizioni socio-ambientali. Anche nella narrazione lo scrittore rimane fedele alla figura del narratore onnisciente ed al principio dell'impersonalità tipici del Verismo. E' il lettore che, come se stesse osservando un avvenimento reale, deve avere la capacità di comprendere le motivazioni e le ragioni di un gesto o di un atteggiamento all'apparenza bizzarro. Da notare anche l'aspetto prevalentemente teatrale dell'opera, con la rapidità dei cambi di scena, l'accuratezza della collocazione di personaggi ed oggetti, la precisione impersonale della messa in scena, e l'utilizzo di termini dialettali e di forme arcaiche (come "non ostante" al posto di nonostante e "su le" al posto di sulle).  

A cura di Giuliano Spina



Recensioni ed articoli relativi a Giuliano Spina

Nessun record trovato

Testi di Giuliano Spina pubblicati su Progetto Babele

(1) L'esclusa di Luigi Pirandello a cura di Giuliano Spina - ARTICOLO


>>ARCHIVIO ARTICOLI

> >>Inserimenti precedenti al 2007
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB







-

dal 2016-09-08
VISITE: 15.697


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2016 - Privacy & Trattamento dati personali