Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    [31/07/2021] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    3^ edizione 2021 scadenza 2021-07-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito    Poesie     Lontananza di Jacob Von bergstein     Cielo. di Antonio Parente     Angeli di Manny Mahmoud     Il prossimo della lista di Amedeo Bruni     L’ombra di me di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
8 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
56 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

L'analfabeta
di Agota Kristof
Pubblicato su SITO


Anno 2005 - Casagrande
Prezzo € 10 - 53 pp.
ISBN 9788877134264

Una recensione di Lucia Sedda
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 11042
Media 79.41 %



analfabeta;L'

L’analfabeta è colui che non è capace di leggere e di scrivere, in una certa lingua o in nessuna. Come può una scrittrice del calibro di Agota Kristoff sentirsi tale? Ce lo spiega lei stessa attraverso questo delizioso breve romanzo autobiografico in cui, in appena una cinquantina di pagina, riesce a sviscerare ogni pezzetto della sua esistenza, dall’infanzia fino alla maturità. Ciò a cui assistiamo è il quadro di una donna in perenne migrare, un adattamento continuo alla lingua del luogo, a volte nemica, a volte incomprensibile. Il tedesco, il russo e il francese. Nessuna lingua è la propria. Gli ungheresi hanno fatto da sempre i conti con la storia, dalle occupazioni tedesche, al regime staliniano, fino alla fuga verso i paesi limitrofi, la clandestinità. Agota è stata bambina all’interno di un collegio spartano in cui si può fare la doccia calda una volta a settimana e nel quale, quando si rompe l’unico paio di scarpe si deve fingere di stare male per qualche giorno, finchè non siaggiustano, per la vergogna della propria povertà E’ l’Agota che migra con un neonato in braccio attraverso la frontiera per arrivare in Austria, è la profuga accolta in un campo a cui le signore della buona borghesia fanno la carità, è l’Agota in fabbrica, triste e sconsolata, un “deserto culturale” dal quale desidera ardentemente nuovamente scappare. “Ci ritroviamo alla mensa durante la pausa, ma il cibo è così diverso che non mangiamo quasi niente. Da parte mia, per almeno un anno, a pranzo non prendo altro che pane e caffelatte” La nostalgia per la propria terra certo non aiuta l’integrazione o meglio “l’alfabetizzazione”. Il desiderio di tornare a casa, nonostante si rischi il carcere, una volta rivarcata la soglia. Molti altri lo fanno, meglio in carcere che analfabeti dentro, incapaci di venire a patti con la nuova realtà, il rifiuto di reinventare sé stessi lontano dalla terra che li ha partoriti. E così chi non ritorna a casa impazzisce, altri ancora tentano e portano a termine il suicidio. “Una con i sonniferi, una con il gas, le altre due impiccandosi. La più giovanne aveva diciotto anni. Si chiamava Gisèle.” Agota invece scrive. Dapprima piccoli drammi teatrali, poi racconti, romanzi. Tiene tutto in un cassetto. Poi finalmente l’occasione, con una grande casa editrice francese, e forse non è più analfabeta. Una storia di rinascita, di speranza che diviene completamente priva di retorica grazie al consueto stile fresco e asciutto che la contraddistingue, una boccata d’aria appassionata. E’ un inno d’amore alle origini, a sé stessa, alla scrittura che l’ha salvata. Perché “Prima di tutto, naturalmente bisogna scrivere. Dopo di che bisogna continuare a scrivere. Anche quando non interessa a nessuno. Anche quando si ha l’impressione che non interesserà mai a nessuno”.


Una recensione di Lucia Sedda






Recensioni ed articoli relativi a Agota Kristof

(1) L'analfabeta di Agota Kristof - RECENSIONE

Testi di Agota Kristof pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Lucia Sedda

(1) Il lupo mercante di Clara Sereni - RECENSIONE
(2) Sardinia Blues di Flavio Soriga - RECENSIONE
(3) Firmino - avventure di un parassita metropolitano di Sam Savage - RECENSIONE
(4) Prenditi cura di me di Francesco Recami - RECENSIONE
(5) Il superstizioso di Francesco Recami - RECENSIONE
(6) L' eleganza del riccio di Muriel Barbery - RECENSIONE
(7) Mentre dorme il pescecane di Milena Agus - RECENSIONE
(8) Pollo alle prugne di Marjane Satrapie - RECENSIONE
(9) Vita sentimentale di un camionista di Alicia Gimenez Bartlett - RECENSIONE
(10) Disìo di Silvana Grasso - RECENSIONE
(11) In principio erano le mutande di Rossana Campo - RECENSIONE
(12) La pupa di zucchero di Silvana Grasso - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2009-11-02
VISITE: 16091


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali