Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    [05/08/2021] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito    Poesie     Lontananza di Jacob Von bergstein     Cielo. di Antonio Parente     Angeli di Manny Mahmoud     Il prossimo della lista di Amedeo Bruni     L’ombra di me di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
8 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
52 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Del seme più forte
di Stefano di Stasio
Pubblicato su SITO


Anno 2011 - Tutti Autori
Prezzo € 13,00 - 125 pp.
ISBN 978-88-488-1285-6

Una recensione di Cinzia Baldini
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 6909
Media 79.49 %



Del seme più forte

“DEL SEME PIU’ FORTE” è un libro che con disarmante semplicità mostra, come in uno specchio, alcuni episodi di vita quotidiana. Episodi che la maggior parte di noi, presi dai nostri impegni, dal corpo a corpo con la sopravvivenza giornaliera in un ambiente sociale ingrato e distratto, dalla noia e dalla monotonia di un’esistenza piatta e sempre uguale, nemmeno riusciamo più a vedere. Stefano di Stasio, invece, è lì e come un attento cronista appunta e ci offre questo spaccato sulla vita in quattordici racconti. Apre la rassegna con Tuman dove sottolinea con efficaci passaggi la lotta per la libertà e ambienta il racconto in una foresta. Quale migliore scenario di quello naturale di una boscaglia con le trappole e i pericoli più imprevisti ed insidiosi possono rendere al meglio il conflitto interiore e collettivo che si sviluppa dalla ricerca e per il mantenimento alla propria autodeterminazione? Stefano di Stasio cercando di rimanere sempre con gli occhi ben aperti, di non farsi contaminare da preconcetti e preclusioni di sorta per rimanere imparziale, spazia da un capo all’altro della Terra e porta i suoi lettori a riflettere con lui di ogni aspetto della vita e quindi anche dell’unica certezza che vi è in essa: la morte. Una riflessione più intensa e molto approfondita a livello interiore e psicologico nel brano Il Tempio degli Esseri Viventi, trattata più come un “fenomeno spettacolare” ne Le catacombe dei Cappuccini. “… ero seduto sulle rive del fiume sacro… Ero a ottomila chilometri da casa, a Pashupatinath, un sobborgo di Kathmandu, conosciuto in nepalese come “Il Tempio degli Esseri Viventi”, sacro al dio Siva. Sui ghat, piazzole a terrazza i riva al fiume Bagmati, si affollavano persone vestite di bianco. Si stava svolgendo un funerale. La salma era avvolta in un telo chiaro, ma il volto del defunto era scoperto. Era stata adagiata su una catasta di legna. Il colorito olivastro del morto faceva contrasto con il candore del telo. Sembrava dormisse.” Due facce di una stessa medaglia ma vissute per motivi religiosi, di cultura, di educazione, di tradizioni in maniera assai diversa. ”… di fronte alla chiesa avevo scorto una scritta “Ingresso alle catacombe”. Finalmente! All’entrata mi aveva accolto il frate cappuccino con la barba folta e riccia, «Buonasera» avevo risposto al suo saluto. «Pace e bene!» ripeté il frate. Pagai il biglietto, lasciai il borsone all’ingresso e discesi nello stretto cunicolo. Dopo alcuni metri di dislivello l’ambiente si aprì in una spelonca. NO FILM, NO FOTO. Era il cartello in bella evidenza all’inizio della passerella fatta di vetro. … Fra le mummie alcune mi avevano particolarmente impressionato. Una era un uomo, in piedi con il busto incurvato da un lato e la bocca aperta, come se stesse guardando qualcosa di orribile da lontano e volesse gridare il proprio terrore per avvertire gli altri”. Non mancano poi vicende della vita quotidiana che nella loro assurdità anche se all’ordine del giorno, diventano crudelmente comici, è il caso degli ultimi due racconti che chiudono il volume: Pregiudizi del genere e L’affitto. Le due figure, entrambe femminili, che, a mio avviso, spiccano, con originale caratterizzazione, per il loro essere una l’opposto dell’altra sono Irene, del brano Il segreto di Irene e Gigliola di Canne della Battaglia. Riservata, timida e poco espansiva la prima tanto da non accorgersi o di rifiutare l’amore quanto forte, decisa e risoluta la seconda che non si vergogna ma anzi mostra con orgoglio le sue umili origini e la ruvida praticità che da esse le deriva. La lettura di “DEL SEME PIU’ FORTE” e scorre veloce grazie alla scrittura dell’autore, ricercata ma senza fronzoli, elegante e semplice allo stesso tempo, espressiva e concisa quanto basta a tratteggiare le linee su cui far scivolare i brani ma lasciando alla fantasie del lettore il compito di colmare gli ampi spazi di riflessione che trovano posto tra un paragrafo e l’altro. In questo volume, Stefano di Stasio cerca di evidenziare le incongruenze che la società e gli esseri viventi creano per snaturare la propria vita e quella che potrebbe essere un’esistenza serena o comunque piena degli affetti, delle certezze, dei principi che la rendono degna di essere vissuta. Il contrasto, in ogni racconto, risulta ancora più stridente tra le fotografie in bianco e nero (tutte rigorosamente scattate da lui) che risaltano all’occhio del lettore stranamente coloratissime dalle sfumature delle emozioni in esse fermate e la morale, virtualmente in bianco e nero, perché razionalmente spietata. Riprendiamo in mano la nostra vita, basterebbe talmente poco! Ci sussurra Stefano di Stasio dalle pagine di “DEL SEME PIU’ FORTE”. Per tornare ad essere noi stessi, per vedere risplendere il sole negli occhi dei nostri figli, ritrovare gli affetti più cari e la nostra umanità: “… un ci voli nenti…” non ci vuole niente, dice strizzandoci un occhio!


Una recensione di Cinzia Baldini






Recensioni ed articoli relativi a Stefano di Stasio

(1) Del seme più forte di Stefano di Stasio - RECENSIONE

Testi di Stefano di Stasio pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Cinzia Baldini

(1) Una vita da bipolare di Paola Gentili - RECENSIONE
(2) Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro - RECENSIONE
(3) Epiphaino di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(4) Incunabolo di Riccardo Merendi- Il Parere di PB
(5) La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora - RECENSIONE
(6) Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati - RECENSIONE
(7) Il ritorno di Nibiru di Massimo Fratini - RECENSIONE
(8) Io sono respiro puro di Maria Fornaro - RECENSIONE
(9) Il lungo cammino del fulmine di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(10) Brando Street. La scomparsa di una comparsa di Marisa Cecchetti - RECENSIONE
(11) L`odore della notte di Paolo DAnna - RECENSIONE
(12) Templar Order di Domizio Cipriani - RECENSIONE
(13) Il diciassettesimo Conte di Patrizia Marzocchi - RECENSIONE
(14) Le reliquie di Sarajevo di Paolo D Anna - RECENSIONE
(15) Malbianco di Sandro Capodiferro - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2012-01-09
VISITE: 6446


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali